Fascia (Cima della) da Limone Piemonte

tipo itinerario: attraversa pendii ripidi
difficoltà: OR   [scala difficoltà]
esposizione: Nord-Ovest
quota partenza (m): 1087
quota vetta/quota massima (m): 2495
dislivello totale (m): 1408

copertura rete mobile
vodafone : 60% di copertura
tim : 20% di copertura
no operato : 0% di copertura

contributors: Andrea81 pr18
ultima revisione: 03/02/10

località partenza: Limone Piemonte (Limone Piemonte , CN )

cartografia: IGC 1:25.000 Limone Piemonte

bibliografia: CAI Mondovì - Dal col di Nava al Monviso

accesso:
Raggiunto Limone Piemonte, si segue via Monte Cros e poi via Almellina fino ad incontrare una stradina sterrata sulla sinistra, qui si parcheggia in località Casali Barat.

note tecniche:
Utili piccozza e ramponi, percorso che richiede neve assestata.
A dispetto dello sviluppo relativamente contenuto, l'impegno fisico è importante a causa delle pendenze sempre sostenute.

descrizione itinerario:
Si percorre la stradina il torrente nel vallone di Almellina, verso Casali Braia, da qui a destra per aperti pendii, si raggiungono i vecchi impianti sciistici dismessi del Cros.
Raggiunto un ampio pianoro a circa 1550 m si hanno tre possibilità:
1. Per la dorsale NO (dei paravalanghe)
si sale l'evidente pendio-ex pista, che raggiunge l'arrivo dello skilift con moderata pendenza; da qui si apre l'ampia ma ripida dorsale, caratterizzata dai paravalanghe; senza percorso obbligato (ma valutando le condizioni della neve) si risale la dorsale superando pendenze importanti, fino a raggiungere una zona con alcuni massi ed un grosso ometto di pietre, dove il terreno si fa un po' meno ripido. Da qui è ben evidente l'anticima 2739 m, che si raggiunge sempre lungo il pendio-dorsale. Toccata l'anticima, ci si deve abbassare di 30 m sul versante del Vallone di San Giovanni, con un breve traverso non difficoltoso, per poi riguadagnare la dorsale (possibili cornici) in un tratto pianeggiante. Si passa sopra l'uscita di un canale (vedi percorso n.2), e si riprende a salire con buona pendenza su una sorta di spalla, e quindi si giunge alla base del ripido ma breve strappetto finale che precede la croce e la spianata sommitale.
2. per il Colletto Sud del Cros:
dal pianoro 1550 m si continua a sinistra verso il Colletto sud del Cros, poi breve discesa nella comba sottostante e da qui ci si innalza mantendendo la destra sui pendii che portano alla vetta;
3. per il canalino N:
si risale un canalino incassato alla destra della Cima della Fascia, che sbuca tra la cima e l'anticima 2739 m.