Rudlhorn da Oberhaus-Jetzberg

tipo itinerario: pendii ampi
difficoltà: MSA   [scala difficoltà]
esposizione preval. in discesa: Sud-Ovest
quota partenza (m): 1503
quota vetta/quota massima (m): 2448
dislivello totale (m): 945

copertura rete mobile
dato non disponibile

contributors: matte978
ultima revisione: 06/01/10

località partenza: Oberhaus-Jetzberg (Monguelfo-Tesido , BZ )

punti appoggio: Malga Tesido Nuova/Neue Taistner Alm

cartografia: Tabacco 1:25.000 foglio 032

bibliografia: Girotto - Scialpinismo Alta Pusteria

note tecniche:
Gita su un balcone panoramico eccellente sulle Dolomiti settentrionali e sulle vicine Vedrette di Ries. Itinerario consigliabile con neve sufficientemente consolidata in quanto il pendio sotto la vetta è spesso sede di importanti accumuli con venti meridionali

descrizione itinerario:
Dalla frazione di Oberhaus di Tesido/Taisten (1503 – ridotte possibilità di parcheggio) si segue la strada forestale che si inoltra nella valle del Taistnerbach in direzione della Nuova Malga Tesido (segnavia n. 38). Seguendo la pista forestale, ignorando le deviazioni sulla dx e superata la presa d’acqua dell’acquedotto comunale si giunge nei pressi del guado sul torrente dove termina la pista forestale (1715 ca.) (30 min). Qui vi sono due possibilità: seguire il segnavia n. 38 sempre in sponda sx o attraversare il torrente e salire per bosco rado sul versante opposto fino a congiungersi con la pista di slittino proveniente dalla Mudlerhof. Restando invece sulla sponda sx si prosegue dentro il bosco (foto1), si interseca una pista forestale e a q. 1875 ca. si piega a dx abbandonando il sentiero che si fa più ripido, per seguire una mulattiera che conduce sulla pista di slittino (1930 ca.) poco sotto la Nuova Malga Tesido cui si giunge in breve lungo la pista (o con alcune scorciatoie) (2012) (1.40 h).
Dalla malga si percorrono gli ampi pendii in direzione NE fino alla sella di q. 2186 (baita, palina segnavia)(foto 2 e 3). Da qui piegare decisamente a dx (SE) e puntare alla forcella fra l’Eisatz e il Rudlhorn: per pendii prima dolci ed ondulati e da ultimo invece piuttosto ripidi si giunge sulla forcella di q. 2388 (attenzione cornice e possibili accumuli con vento da sud) (3.00 h)(foto 4). Lasciati gli sci si percorre l’aerea ma facile cresta nevosa fino alla sommità del Rudlhorn (2448) (3.20 h) (tabella di orientamento) (foto 5 e 6).
Discesa per lo stesso it. (2.00 h).