Cravaria (Truc) anello da Bettolino

difficoltà: EE   [scala difficoltà]
esposizione prevalente: Varie
quota partenza (m): 370
quota vetta/quota massima (m): 931
dislivello salita totale (m): 650

copertura rete mobile
vodafone : 70% di copertura

contributors: Blin1950
ultima revisione: 03/01/10

località partenza: Bettolino (Baldissero Canavese , TO )

cartografia: L'Escursionista - carta dei sentieri n. 16

note tecniche:
Percorso ad anello che si svolge per circa il 40% su sterrate, 40% su sentiero e 20% circa su strade asfaltate; sviluppo circa 18÷20 km.
Questo percorso e segnalato con sigla 2VP sulla carta “Dora Baltea Canavesana, Valchiusella, Valle Sacra” n° 16 Carta dei Sentieri, L’Escursionista & Monti editori, ed è un percorso per moutaim bike; Il primo tratto iniziale e la parte finale di discesa, cadono fuori dal limite inferiore della cartina. Il tratto da me percorso e descritto, che va da quota 646 e la chiesa di S. Antonio, non corrisponde al tracciato della carta. Sul percorso la segnaletica è scarsa quasi inesistente.

descrizione itinerario:
Dalla strada Vespiolla nei pressi della bacheca della Riserva Naturale dei Monti Pelati e Torre Cives, su ampio sentiero segnalato con tacche bianco-rosse, che risale la dorsale dei Monti Pelati, con direzione Torre Cives. Scendere sul versante opposto su sterrata, sotto un bosco di larici, giungendo alla chiesetta di S. Rocco; poi in direzione ovest sulla strada pianeggiante, con a destra le case, al termine di questa svoltare a destra in salita su sterrata principale da seguire fino al termine, poi su sentiero che taglia il versante del M. Carbete. Giunti ad una piazzola, prendere il sentiro che sale per la massima pendenza della dorsale, poi aggira a sinistra la sommità del Monte Carbete, giungendo ad una selletta. Prendere il sentiero di sinistra che giunge sulla cima di quota 646 scendere sul versante opposto incontrando un sentiero più marcato; piegare a destra su sentiero in salita che porta ad un colletto, piagare a sinistra ed in breve si giunge ad una sterrata che taglia il versante nord della dorsale giungendo alla chiesa di S. Antonio. A sinistra della chiesa inizia in salita un sentiero che sale nel bosco quasi parallelo alla sterrata, percorrere un tratto di questa, e prendere una vecchia mulattiera che con ampie giravolte raggiunge la strada asfaltata che scende ad Issiglio. Percorrere un tratto di asfalto, a destra verso Issiglio, dove ad una curva a sinistra, riparte il sentiero che risale tutta la dorsale fin sopra il Truc Clavaria, e scende alla sterrata che scende alla strada asfaltata per Castelnuovo Nigra alle case Moris. Scendere a sud fra le prime case di Moris, poi un bivio prendere il sentiero che scende a destra nel bosco e giunge sull’asfalto in direzione Villa Castelnuovo. Percorrere circa 700 metri sull’asfalto superando l’abitato, poi a sinistra, parte un sentiero ( segnaletica Comunità Montana e Regione Piemonte) che corre parallelo più basso della strada asfaltata e termina nei pressi della chiesetta di S. Rocco. Alla chiesetta deviare a destra sulla “strada del Capriolo, che percorsa nella sua interezza, giunge nei pressi del ponte della provinciale sul rio Carina. Seguire la Provinciale, e a Vivario svoltare a sinistra, in direzione Baldissero; dopo il bivio di Campo ed il ponte sul torrente Malesina, sulla sinistra inizia la strada Vespiolla da percorrere a chiusura del percorso ad anello.