Medale (Corna di) Diedro Colnaghi

difficoltà: 5b / 5b obbl
esposizione arrampicata: Sud
sviluppo arrampicata (m): 130
dislivello avvicinamento (m): 110

copertura rete mobile
altri : 80% di copertura

contributors: oppilif
ultima revisione: 11/04/10

località partenza: Laorca (Lecco , LC )

accesso:
L' attacco è nel diedro di attacco della Have a Nice Day, con bollo giallo ben visibile, ma si sviluppa a sinistra di questa. In pratica, mentre la Have a Nice Day si sviluppa sul primo tiro sulla faccia destra del diedro, la Colnaghi ne occupa prevalentemente lo spigolo, per poi uscire a destra e sovrapporsi alla Have a Nice Day; addirittura, per i primi 10 metri attacca a sinistra dello spigolo, sulla faccia sinistra del diedro.
Per intenderci, rientra in quella fascia delimitata dalle due file di resinati della Have a Nice Day a destra e Fatebenefratelli a sinistra; quindi evitate i resinati!
A differenza di quanto indicato dall' utente, il primo tiro del diedro non è "ormai inagibile per via della vegetazione", bisogna solo usare cautela e proteggersi come si deve.
Le soste sono a catena, in comune con la Have a Nice Day.

note tecniche:
Sebbene sia indicata come R2, la via mi è parsa un poco più ostica, da questo punto di vista: le protezioni sono, soprattutto sul primo tiro, praticamente inesistenti (3 vecchi chiodi ed un fix) e la roccia, spesso è volentieri, è friabile, non permettendo di proteggere sempre bene; questo è vero soprattutto per la parte terminale del secondo tiro, che è peraltro molto bello. Per cui bisogna fare particolare attenzione. Consiglio decisamente l' uso delle mezze, che rinvierei in maniera sfalsata (destra e sinistra), soprattutto perchè spesso si è costretti a molti spostamenti laterali (soprattutto sul secondo tiro), che fanno aumentare considerevolmente gli attriti, mentre tale pratica permette anche di diminuire notevolmente l' impatto in caso di caduta su friends e nuts, di cui non ci fidiamo al 100% in questa situazione; consigliata infatti la sicura in vita con secchiello.
Ho notato che tutti sconsigliano il terzo tiro. A mio avviso va un poco a gusti: é vero che non è di interesse arrampicatorio, ma ci permette l' accesso alla cengia mediana (40mt sopra) che dà accesso a destra alla passeggiata di discesa, che secondo me conclude degnamente la giornata.

descrizione itinerario:
A parte tutta la premessa, ho scritto questo mio intervento non tanto per aggiungere altre relazioni sulla via (ce ne sono già di ottime in rete), quanto per concentrarmi su di un focus riguardante il primo tiro, ed in particolare i suoi primi trenta metri, in quanto comprendono una variante di circa 15 metri, da me percorsa e della quale non si trova nota alcuna nella letteratura precedente, con la quale è possibile confondersi, e che gli utenti potrebbero decidere di percorrere, o di evitare.
1)Si attacca, come detto, sulla faccia sinistra del diedro, restando a qualche metro dai chiodi della Have a nice Day.
2)Ci si porta, appena possibile, a destra nello spigolo stesso del diedro, proseguendo lungo di esso fino ad un alberello (A) ben visibile, che ci impedisce di proseguire oltre. A questo punto le due possibilità.
A)Si scarta l' alberello sulla sinistra, ma solo per ritornare subito verso destra nel diedro, proseguire dritti in verticale affrontando il passetto expo di V+ sulla destra, di cui si è parlato nelle relazioni precedenti, passando a filo sulla sinistra del muretto aggettante (M) costellato dai resinati della Have a Nice Day. si uscirà dritti per un lieve diedro/intaglio interrotto da ciuffi d' erba, per poi piegare nettamente a destra dopo il muretto, non prima di aver rinviato l' unico fix (X), e raggiungere la sosta.
B)Ci si lascia tentare dal facile sulla sinistra (come abbiamo fatto noi), complice anche il chiodo (C), che probabilmente qualcuno aveva piantato in passato probabilmente per calarsi ed evitare il fuorivia ignoto, e si scarta sulla sinistra anche uno spuntone. A questo punto sarà ben difficile traversare a destra, e peraltro improteggibile. Io ho scelto dunque di proseguire dritto, ed affrontare il diedro (ben più evidente di quello in via) verticale, il quale è intagliato da una fessura proteggibile a friends (uno all' attacco, uno a metà, ed uno in uscita). E' parecchio faticoso, i piedi non buoni, e sospendersi su di un braccio per proteggere è sgradevole. La mia valutazione è sul VI+, sempre R2. La valutazione sul grado, ovviamente, aspetta il parere di qualche altro utente. Potrei essere stato condizionato dalla difficoltà nel proteggermi e dalla paura di andare a ficcarmi in un vicolo cieco. A quel punto, sulla destra, a tre metri, appare la piastrina del sognato fix (X) (più su c' è solo strabiombo); con passo delicato in placca, bassi e senza mani affidabili, ci si sposta verso destra per rinviare, sperando vivamente di evitare la pendolata sul friend. Di soddisfazione.

Questo il mio contributo. Spero che la ripetiate e mi diciate la vostra.

Allego i link a due relazioni esterne, ben fatte, dalle quale partire, e posto una foto, da me opportunamente corretta, che descrive chiaramente le due possibilità.
http://www.sassbaloss.com/pagine/uscite/medale9/medale9.htm
http://alessandrospinelli66.blogspot.it/2012/11/diedro-colnaghi-e-calcaria-termina.html

altre annotazioni:
Aperta da Colnaghi e Villa il 13/06/1939.
Salita variante: 3/03/2013