Chiose (Cime delle) da Fondo

difficoltà: EE   [scala difficoltà]
esposizione prevalente: Nord-Est
quota partenza (m): 1074
quota vetta/quota massima (m): 2631
dislivello salita totale (m): 1705

copertura rete mobile
vodafone : 20% di copertura

contributors: Blin1950
ultima revisione: 20/10/09

località partenza: Fondo (Traversella , TO )

cartografia: MU Edizioni - Carta della Valchiusella

bibliografia: Valchiusella a piedi - Matteo Antonicelli

note tecniche:
Itinerario che tocca le cime dell'alto vallone delle Candele, percorso in senso antiorario, prima Costa Candele poi Punta della Stamberna e la triade delle Chiose. Orograficamente la Cima Occidentale delle Chiose appartiene alla Val Soana.

descrizione itinerario:
Da Fondo seguire il tracciato GTA per il Colle delle Oche fino al bivio sulla sterrata poco oltre l'Alpe La Nuova. Proseguire sulla sterrata fin quasi all'Alpe Balma e poco prima, subito dopo l'attraversamento di un piccolo rio, piegare a destra; tracce di sentiero vicino ad un "crutin" sotto un masso (luogo dove si conservava il latte e sui derivati). Il sentiero taglia in salita verso destra il pendio erboso di quota 2052 , ultima propaggine della Costa Candele. Arrivati vicini ad un grosso masso a destra del sentiero, proseguire ancora per circa 50 metri ed il sentiero si biforca seguire quello in salita che a breve cambia verso e sale in direzione di quota 2052 giungendo alle baite crollate dell'Alpe Mont. Ora il sentiero è più marcato e di fronte sono ben visibili le baite della Blucchina e a destra Andric e ancor più in alto, su un dosso, al centro del vallone una torretta in pietra appoggiata su un masso. Quest'ultimo diventa il riferimento di salita fino all'Alpe Candele. Il sentiero prosegue a destra per perdersi nel prato, deviare a sinistra e salire in direzione della depressione di Costa Candele; raggiuntolo deviare a destra e raggiungere brevemente la massima quota di Costa Candele m. 2252. Ritornare alla depressione e senza perdere quota, puntare il vallone con in alto il Colle Giassetto; con percorso misto fra piccola pietraia, zolle erbose, placche rugose poco inclinate e piccole pozze d'acqua, si giunge alla depressione quota 2389. A destra si sale la facile cresta che porta alla larga Punta della Stamberna m. 2455. Ridiscesi al colle, salire in breve al Colle del Colle del Giassetto m. 2507. Percorrere alcuni passi in cresta a destra e si trova un evidente passaggio che scende al lago Giassetto, superatolo a destra alzarsi nel canale detritico erboso in direzione di una depressione a destra della Cima Occidentale delle Chiose. Raggiunta la depressione per facile cresta giungere alla vetta, con grande ometto in pietre e triangolino Cai Rivarolo, m.2618. Scendere alla successiva depressione, aggirare a destra o a sinistra una protuberanza rocciosa e salire alla Cima Centrale della Chiose m. 2631. A destra la cresta scende in direzione della Cima Orientale delle Chiose, percorrerla fino alla vetta m. 2592. Dalla vetta scendere la cresta nord fino ad una evidente sella, piegare a sinistra e scendere con un traverso un pendio che porta al piano sottostante. Puntare verso la Stamberna e ricongiungersi al percorso di salita da seguire fino a Fondo.