Dzérat (Pointe) Tchao Godillot

difficoltà: 6a / 5c obbl
esposizione arrampicata: Sud-Est
quota base arrampicata (m): 1940
sviluppo arrampicata (m): 300
dislivello avvicinamento (m): 300

copertura rete mobile
tim : 100% di copertura
no operato : 0% di copertura

contributors: fulviofly
ultima revisione: 09/10/09

località partenza: Col de la Colombière (Le Reposoir , 74 )

bibliografia: Alpes francaises du nord di Hervé Galley

accesso:
Raggiungere il Col de la Colombière da Cluses (Autostrada da Chamonix) e parcheggiare; da qui prendere il comodo sentiero per lo chalet (grande ovile); superato lo stesso tenersi a dx ed in discesa per le grotte di Montarquis sino ad un grosso blocco, qui prendere a sx sino ad una incisione che porta ad un colletto; di qui seguire il sentiero (catene)sino a superare un larice e giungere alla base della parete (scritta alla base)un'ora circa dall'auto.

note tecniche:
Scalata molto varia e divertente su un calcare grigio eccezionale, con protezioni a spits che non necessitano di integrazioni (12 rinvii e due corde da 50 mt per le doppie, casco indispensabile). Panorama veramente spettacolare.

descrizione itinerario:
L1 5c+ grosso blocco leggermente strapiombante poi più facile fino in sosta (boulder che a freddo pare più difficile di quanto non sia in realtà)
L2 6a fantastico e delicato pilastro (uno dei tiri più difficili)
L3 4c pilasto appoggiato solcato da cannelures
L4 4a lunghezza verso dx facile su rocce articolate
L5 2b tiro di raccordo sino alla seconda parte della struttura
L6 5c+ bellissimo tiro con inizio in placca delicata e quindi con grossi appigli al giusto posto!
L7 6a tiro molto breve a sx in un diedro-fessura di non facile impostazione ma molto ben protetto
L8 5b placca a cannelures
L9 4c prima a dx su placca quindi vincere un breve muretto che porta a dx in cresta.
Dalla costa di L6 è possibile evitare il diedro fessura con due tiri a dx di 5c.
Per la discesa in doppia sono predisposte delle calate (6) a dx della via (fronte alla parete), molta attenzione alla caduta di sassi dovuta ad altre cordate o a camosci.