Etselè (Col d') o Eyelè Anello Valloni Clavalité e Savoney

L'itinerario

difficoltà: E   [scala difficoltà]
esposizione prevalente: Nord
quota partenza (m): 1525
quota vetta/quota massima (m): 2814
dislivello salita totale (m): 1300

copertura rete mobile
no operato : 0% di copertura

contributors: bonni
ultima revisione: 15/07/14

località partenza: Robbio (Fenis , AO )

punti appoggio: Bivacco Borroz

cartografia: L'Escursionista Editore 1/25.000 n° 11

accesso:
Fenis e si seguono successivamente le indicazioni per la Val Clavalitè, a destra nella parte alta del pease lungo la via centrale. Si prosegue lungo la strada asfaltata fino al divieto di transito posto poco prima della conca del Pian Clavalitè a 1525 m (località Robbio).

note tecniche:
Giro ad anello lungo ma remunerativo, dal percorso logico ed evidente.La salita un pò monotona, che si svolge in prevalenza lungo una strada interpoderale, viene ampiamente compensata dalla magnifica parte alta e dalla discesa lungo il selvaggio e poco conosciuto vallone di Savoney. Data la lunghezza dell'itinerario, consigliato il pernottamento nel confortevolissimo bivacco Borroz.

descrizione itinerario:
Da Robbio, all'inizio della vasta piana di Clavalité, seguire la strada sterrata di fondovalle fino al ponte sul torrente Savoney. Attraversarlo (indicazioni bivacco Borroz) e proseguire fino alla cascata che interrompe il pianoro, dove sulla sinistra si imbocca una larga mulattiera che permette di superare il gradino boscoso sovrastante. Dopo circa mezz'ora, ci si riporta sul tracciato della strada interpoderale che percorre tutto il solco vallivo principale della Val Clavalité: seguendola costantemente prima sulla destra or., poi sulla sinistra, e tralasciando in ultimo sulla destra il bivio per Grand'alpe, si raggiunge il nuovo bivacco Borroz (20 posti letto, tutto attrezzato, uno spettacolo! 2,15h da Maisonnasse). Oltre il bivacco, si segue ancora la strada fino alla Tsa de l'Etsely e, giunti in vista del colle, si prosegue su sentiero per le ampie praterie sovrastanti, raggiungendo la cresta spartiacque (vista magnifica ed aerea; 1,45 h dal bivacco). Da questo punto si segue per breve tratto la mulattiera in cresta verso il Mont Rafray, fino ad incontrare il sentiero di discesa. Il tracciato scende prima ripidamente, su aspri pendii morenici, fino al bel lago Medzove, poi prosegue sulla destra or. della valle su terreno ondulato, supera il gradino roccioso sottostante e si porta sui pascoli dell'alpe Savoney; si immette poi nel fitto bosco, e prosegue regolare, con lungo percorso, fino allo sbocco del vallone, immettendosi nuovamente sulla strada sterrata della Val Clavalitè. Si raggiunge quindi in pochi minuti il ponte sul torrente Savoney attraversato all'andata ed in breve il punto di partenza (3h dal colle; 7 h totale)