Buin (Piz) dal Silvretta

L'itinerario

difficoltà: F   [scala difficoltà]
esposizione prevalente: Nord-Ovest
quota partenza (m): 2035
quota vetta (m): 3312
dislivello complessivo (m): 1277

copertura rete mobile
vodafone : 60% di copertura

contributors: matte978
ultima revisione: 26/09/09

località partenza: Lago del Silvretta (Gaschurn , Bludenz )

punti appoggio: Wiesbadener Hutte (2443)

cartografia: Alpenverein Karte 1:25.000 Silvretta

note tecniche:
Itinerario da spezzare in due giornate con pernottamente al Wiesbadener Hutte.
Il ghiacciaio è piuttosto crepacciato ma l'itinerario evita la zona più pericolosa: occorre cmque seguire le tracce per non dover effettuare lunghi giri in cerca di ponti solidi. Molto panoramico dalla vetta si scorge vicinissimo il Bernina, Ortles e si riconoscono le montagne dell'Oberland (Finsterarhorn)

descrizione itinerario:
Il primo giorno si giunge per strada sterrata al Wiesbadener Hutte (2.00 h ca.).
Dal Wiesbadener Hutte (2443) si prende il sentiero che si dirige inizialmente verso il Vermuntpass per poi scendere verso la morena del Vermuntgletscher, attraversare il torrente glaciale e risalire fino alla Grüne Kuppe (2579). Da qui in breve si scende sulla lingua terminale dell’Ochsentalergletscher (2550 ca.) (50 min). Da qui occorre legarsi e procedere in salita diagonale verso la parete orientale del Silvrettahorn per aggirare alla base l’imponente seraccata del ghiacciaio. Vicini alla parete rocciosa si rimonta più decisamente il ghiacciaio e si giunge così in una zona meno ripida che, pur ricca di crepacci, consente di aggirare definitivamente a monte la seraccata. Lasciando alla nostra destra le tracce per il Silvrettahorn prima e per la Fuorcla da Cunfin poi, con ampio semicerchio verso sinistra, si prosegue quasi in piano in direzione dell’ormai visibile Buinlücke (3054), stretta forcella glaciale fra il Piz Buin ed il Piccolo Buin. Qui giunti (2.15 h) si rimontano gli sfasciumi basali del Piz Buin per portarsi verso sx sulla cresta NO. Il terreno si fa più verticale e con alcuni passaggi discontinui di arrampicata (II grado) si giunge su terreno nuovamente più facile fino a giungere alla croce di vetta del Piz Buin (3312) (3.10 h).
Discesa per lo stesso it.