Sagro (Monte) dal Rifugio Carrara per il Monte Spallone, anello

difficoltà: EE   [scala difficoltà]
esposizione prevalente: Ovest
quota partenza (m): 1320
quota vetta/quota massima (m): 1749
dislivello salita totale (m): 429

copertura rete mobile
vodafone : 100% di copertura
tim : 100% di copertura
no operato : 0% di copertura

contributors: freehagi
ultima revisione: 19/09/09

località partenza: Rif. Carrara (Carrara , MS )

punti appoggio: Rif. Carrara e Ristorante Belvedere a Campocecina

cartografia: Alpi Apuane – Carta dei Sentieri e dei rifugi 1:25000 Ed. Multigraphic Firenze

bibliografia: Guida dei Monti d'Italia - Alpi Apuane

note tecniche:
Lasciare la macchina presso l'ampio parcheggio presso il Ristorante Belvedere.

descrizione itinerario:
Dal rifugio Carrara a Campo Cecina si segue l’itinerario n. 173 che aggira a sinistra il Monte Borla e raggiunge Foce di Pianza 1279 m. Da Pianza attraverso il versante ovest si segue per poco il crinale ampio e pianeggiante, di aspetto carsico con resti di postazioni di guerra, e si continua a seguire il sentiero n. 173 diretto verso la foce di Faneletto lasciando a destra il bivio con il sentiero n. 172 diretto alla Foce della Faggiola. Ad un tratto si raggiunge una costola poco marcata ed in parte rocciosa sui pendii OSO del Monte Sagro e la si percorre seguendone le tacche azzurre. Si raggiunge quindi la cresta Nord-ovest vera e propria che si segue fedelmente fino ad arrivare alla cima del Monte Sagro sovrastata da una grossa croce (1749 m.).
La cresta sommitale tra le cime del Sagro e dello Spallone, distanti 500 m. in linea d’aria, dapprima scende bruscamente, interrotta da un tratto orizzontale sui 1680 m., sale di poco e poi scende alla quota 1662 m., risale leggermente e si abbassa bruscamente all’insellatura di 1612 m. Dopo una breve risalita raggiunge orizzontalmente il Monte Spallone 1650 m.
Dal Monte Spallone la cresta erbosa ed uniforme supera la quota 1462 e scavalcando alcune quote secondarie con divertente e facile scalata segue il lungo filo in gran parte roccioso della cresta fino a raggiungere la foce della Faggiola, piccolo valico erboso al piede del crinale SO del M Spallone.
Dalla foce della Faggiola seguendo il sentiero 172 si scende dapprima sul lato nord e poi sul lato sud (sulla sinistra un tronco marmifero entra in una galleria) fino a raggiungere nuovamente il bivio con il sentiero n. 173 che si segue fino al Rif. Carrara. Dalla foce di Pianza, invece di aggirare il Monte Borla seguendo il sentiero n. 173, è possibile percorrere la marmifera e la strada asfaltata per Campo Cecina ed il rifugio Carrara.