Baldassarre (Punta) e Rocca Pompea Nord Via Normale dalle Grange Valle Stretta

difficoltà: F   [scala difficoltà]
esposizione prevalente: Varie
quota partenza (m): 1765
quota vetta (m): 3167
dislivello complessivo (m): 1450

copertura rete mobile
no operato : 0% di copertura

contributors: rfausone erba olina
ultima revisione: 23/08/15

località partenza: Grange di Valle Stretta (Névache , 05 )

punti appoggio: Rifugio III Alpini - Rifugio Re Magi

cartografia: Fraternali 1:25000 n.1 Alta Valle di Susa

bibliografia: Guida Monti d'Italia - Alpi Cozie Settentrionali

note tecniche:
Salita in ambiente assolutamente solitario dal Piano della Fonderia in sù, con lunghi spostamenti ed attraversamenti di pietraie.

Non c'è univocità sulla denominazione di queste due punte: pertanto si trovano relazioni (http://www.camptocamp.org/outings/370282/fr/pointe-balthazar-par-la-vallee-etroite) che intendono per Punta Baldassarre tutta la cresta che dal termine della parte di salita alpinistica si estende verso la Rocca Pompea e non esisterebbe quindi alcuna Rocca Pompea Nord come invece è indicato sulla cartina IGC n. 104, l'unica Rocca Pompea sarebbe quella che, stando alla carta IGC, è la Sud (si veda in questo senso anche la cartina Fraternali n. 1). Sarebbe da considerarsi Punta Baldassarre anche l'elevazione che si trova subito a Nord della cresta sopra menzionata. Secondo altri la Punta Baldassarre sarebbe soltanto quella a Nord della cresta mentre a Sud si troverebbe la Rocca Pompea Nord.

descrizione itinerario:
Dal parcheggio nei pressi dei 2 rifugi si prosegue attraversando la piccola borgata sulla sterrata (indicazioni M. Thabor - L. Verde).
Arrivati al Piano della Fonderia si scende brevemente a destra ad attraversare il torrente su di un ponticello in legno per poi proseguire in direzione NNE su di una traccia inizialmente un pò confusa. Seguire la traccia ora più evidente fino ad arrivare ad una quota di 2120 metri circa.
Si svolta ora in direzione SE per un lunghissimo traverso. È consigliabile tenersi sotto alla pietraia a costo di alcuni saliscendi per evitare un'infinito e faticosissimo traverso sulla pietraia stessa. Continuare fino a giungere sull'ultima costola terrosa e detritica dove si scorge un ometto. Da qui in poi seguire gli ometti che salgono il vallone più o meno nel centro attraversando ripidi pendii alternati a dei falsipiani.
Quando si arriva sotto al pendio del Colle Baldassarre svoltare a sinistra e seguire gli ometti che si inoltrano nel vallone sotto alle nostre 2 cime fino a giungere sulla cresta Est.
Qui sempre seguendo gli ometti e superando alcuni passi di I e II si giunge sulla cresta che collega le 2 vette.
Svoltando a sinistra, per cresta o sulla traccia sottostante che evita gli affioramenti rocciosi, si sale, senza particolari difficoltà, prima alla Baldassarre poi, proseguendo sulla cresta, alla Pompea nord.