Udine (Punta) Visto per il Perù

difficoltà: 6a :: 5c obbl ::
esposizione arrampicata: Sud-Est
quota base arrampicata (m): 2750
sviluppo arrampicata (m): 350
dislivello avvicinamento (m): 750

copertura rete mobile
wind : 23% di copertura
vodafone : 6% di copertura
tim : 20% di copertura
no operato : 0% di copertura

contributors: gianfri49 gian62
ultima revisione: 22/08/16

località partenza: Pian del Re (Crissolo , CN )

punti appoggio: Rifugio Giacoletti

note tecniche:
La via, aperta da Massimo Piras, è stata recentemente richiodata in modo egregio.
Si tratta di un bellissimo itinerario, in ambiente grandioso. Roccia buona, scorci panoramici affascinanti, arrampicata atletica ed elegante.

descrizione itinerario:
Dal Rifugio Giuacoletti si segue pewr un centinaio di metri una traccia di sentiero sotto la parete Est della Punta Udine. Il nome della via è scritto alla base.
L1 30m. Salire il bel diedro bianco con arrampicata atletica e il successivo muro a réglettes poi ancora un corto diedro per raggiungere il primo punto di sosta. 5a, 5c
L2 30m. Superare una bella sequenza di muri e diedri con divertente arrampicata. 5c
L3 35m. Direttamente sullo strapiombino con movimento tecnico poi a destra su muro ben appigliato verso un diedro marcato. 6a, 5c
L4 25m. Superare direttamente lo splendido muro a réglettes e il successivo corto strapiombo ben appigliato, sosta sull’aereo ballatoio. 5b, 5a
L5 20m. Traversare orizzontalmente verso destra per una decina di metri la placca compatta e poi superare direttamente un bel muro con movimenti in aderenza. 4a, 5a, 5c
L6 35m. Questa bella lunghezza supera direttamente lo spigolo sfruttando un sistema di fessure per raggiungere un comodo terrazzo alla base di uno sperone verticale. 5b, 5a
L7 35m. Una bella placca compatta e un diedro camino per aggirare il torrione sul lato destro poi direttamente sulla ripida rampa e superato un camino umido e muffoso (grotta del nanetto) si arriva ad una comoda sosta. 5a, 4c
L8 45m. Attraversare qualche metro a destra e raggiungere un sistema di cenge erbose che prima verso destra poi progressivamente a sinistra vanno ad incrociare il sentierino della Traversata degli Angeli, l’aerea cengia erbosa che taglia orizzontalmente tutta la parete Est della Udine; alla base del muro compatto la comoda sosta. 4a, 2a
L9 45m. Magnifica lunghezza che supera con magistrale intuizione il muro granitico di roccia compatta sfruttandone al meglio i punti deboli. 6a, 5c
L10 30m. Continuare su brevi risalti e ripide placconate per raggiungere una zona abbattuta di rocce rotte. 4c, 4a
L11 40m. Superare la asperità della cresta lungo brevi ma divertenti passaggi sovente atletici. 5b, 4a
L12 15m. Raggiungere la vetta a pochi metri dalla croce traversando a destra per superarne le ultime difficoltà. 4b, 3a