Rocce Baciasse (Falesia)

difficoltà: dal 4 / al 7a
esposizione arrampicata: Sud
quota falesia (m): 1000

copertura rete mobile
wind : 60% di copertura
vodafone : 50% di copertura
tim : 71% di copertura
no operato : 0% di copertura

contributors: mountain
ultima revisione: 01/02/10

località partenza: Prà Fieul (Giaveno , TO )

bibliografia: Valsangone in Verticale

accesso:
Da Giaveno proseguire verso Coazze e al bivio per Ponte Pietra-l'Aquila, svoltare a sinistra. Si supera la borgata di Prafieul e un paio di tornanti prima della Rocca Parei su un rettilineo, si incontra una palina con indicazioni del sentiero Quota 1000-Prese Matè. Subito oltre il piano utilizzato per i pic-nic parte il sentiero Quota 1000 in leggera discesa: seguire i bollini blu fino alle Prese Matè. Queste poche baite hanno un caratteristico pilone votivo arroccato su uno sperone di roccia.
Abbandonare il sentiero Quota 1000 per svoltare a destra (freccia blu) e seguire una traccia in leggera salita che porta ai primi settori.

note tecniche:
A pochi chilometri da Torino, vicino alla più famosa Rocca Parei, una nuova falesia è in via di sviluppo: le Rocce Baciasse.
La falesia presenta sia monotiri sia vie di più tiri, dal 4a al 7a.
Tutte le vie sono protette a spit, con soste attrezzate con catene per la calata in corda doppia.
La roccia (gneiss) permette una arrampicata tecnica, alternando passaggi atletici a placche di aderenza dove è necessario un buon uso dei piedi.
Sicuramente già frequentata prima dell'avvento degli spit, è stata ultimamente riscoperta da Domenico Strobietto, primo chiodatore che ha attrezzato i monotiri del settore "Incontro","La Scoperta" e il primo tiro sul "Paretone", con la collaborazione saltuaria di alcuni soci del Cai Pianezza.
Successivamente il Presidente del Cai Pianezza, insieme ad altri soci del Cai, ha attrezzato il settore "Aquilotti" e quindi il settore "President & Company", fornendo la falesia delle prime vie di più lunghezze. Queste vie sono state ultimamente rifornite di catene alle soste al posto dei cavi d'acciaio e dei grilli posti inizialmente in loco.
Ultimamente i chiodatori più attivi alle Rocce baciasse sono Luciano Bizzotto e Toni Fiorenza, che hanno dato un contributo significativo non solo nel settore "President & Company", ma anche al "Paretone" e nei settori "Il Castello" e la "Parete del Ghiro".


descrizione itinerario:
Un primo bivio indica a sinistra il settore "President & Company", per il quale si raggiunge anche il settore "Il Castello", "Il Paretone" e la "Parete del Ghiro"; invece salendo si giunge al settore "Aquilotti", e poco sopra al settore "Incontro".
Da quest'ultimo si può raggiungere, sulla destra, il settore "La Scoperta".