Durand (Fenetre) e Conca di By da Champillon, giro

difficoltà: MC / MC   [scala difficoltà]
esposizione prevalente: Sud
quota partenza (m): 2078
quota vetta/quota massima (m): 2797
dislivello salita totale (m): 1000
lunghezza (km): 25

copertura rete mobile
no operato : 0% di copertura

contributors: bonni
ultima revisione: 28/05/10

località partenza: Champillon (Doues , AO )

note tecniche:
Itinerario che consente un ottimo binomio mtb + escursionismo. Il tratto su sterrata è molto vario e panoramico, con fondo stradale in ottimo stato, e solo alcuni tratti nel finale sono piuttosto impegnativi (pendenze superiori al 10%). Al termine della strada, si può poi concludere in bellezza salendo a piedi fino alla fenetre Durand in poco più di un'ora, passando così dalle dolci praterie ad un più severo ed appagante ambiente d'alta quota.

descrizione itinerario:
Dalla località Champillon, raggiungibile da Doues su comoda strada asfaltata, si prosegue sul medesimo tracciato, su fondo sterrato, che si inoltra in leggera discesa sul fianco destro della conca di By. Su strada sempre larga e facile, si raggiunge un primo gruppo di baite, dopo di che la discesa diviene più ripida, supera con due piccoli tornanti un tratto boscoso e torna nuovamente in piano per breve tratto, toccando la quota più bassa dell'itinerario (1940 m.s.l.m., circa 4 km dalla partenza). Si inizia poi di nuovo a salire, prima con pendenza sostenuta, e poi in maniera più leggera, tagliando numerose incisioni torrentizie con percorso abbastanza tortuoso.Con alcune ondulazioni si raggiunge il fondo della conca di By, passando poco a monte dell'omonima località (diga e casolari). Il tracciato riprende poi a salire con continuità, su pendenze pedalabili fino all'alpe Balme (2128 m.s.l.m.),poi con uno strappo più deciso fino al pianoro dell'alpe i Lombardi (2320 m.s.l.m.). Si superano due laghetti, nascosti sulla dx da un avallamento, poi un ultimo, faticoso tratto in salita, seguito da una breve discesa, conduce all'Alpe Thoules (2378 m.s.l.m.), adagiata su un bel pianoro, al termine della strada.
Da qui parte l'itinerario a piedi: superata una bella conca ricca di acque (volendo si può anche attraversare ancora in bici), il sentiero sale ripido sull'anfiteatro morenico che precede il valico. Raggiuntane la sommità, supera, rimanendo alto a mezza costa, la splendida conca del Lac Fenetre, e prosegue poi in moderata pendenza fino al colle, con splendida vista sulla parete Nord del Mont Gelé e sul vasto bacino glaciale d'Otemma, in territorio svizzero (3h circa in totale)