Helsenhorn Via Normale dall'Alpe Veglia per il versante Sud-Ovest

difficoltà: F   [scala difficoltà]
esposizione prevalente: Sud-Ovest
quota partenza (m): 1750
quota vetta (m): 3272
dislivello complessivo (m): 1522

copertura rete mobile
vodafone : 40% di copertura
no operato : 0% di copertura

contributors: gabriele63
ultima revisione: 22/08/09

località partenza: Alpe Veglia (Varzo , VB )

punti appoggio: Rifugio Città di Arona

cartografia: Carta Nazionale della Svizzera 1:25000 fogli 289 e 290

bibliografia: Guida dei Monti d'Italia - Alpi Lepontine

note tecniche:
Necessita avere i ramponi per l'attraversamento dell'Helsegletscher

descrizione itinerario:
Dal Rifugio Città di Arona 1750 m, seguire il sentiero (cartello Lago Bianco) che da Cornù s'inoltra nel bosco verso NE a monte della riva destra idrica del torrente FRUA. Nel bosco, ad un bivio, proseguire sulla traccia di sinistra che, poco avanti sale per un ripido pendio erboso fino ad uscire sopra la bastionata sostenente la conca dove giace il Lago Del Bianco 2157 m, circondato da rocce biancastre.
Aggirarlo, tenendosi bassi sulla riva sud-orientale. Attraversato il letto sabbioso si risale per tracce un pendio erboso per giungere al Pian D'Erbioi a circa 2260 m. Piegare subito verso N e, attraversata una zona a blocchi, puntare dritti sul ripido pendio erboso dominato dalla gialla Torre Vitali.
Dopo circa 100 m si ritrova il sentierino, che inoltratosi tra alcuni roccioni piega a sinistra per guadagnare una spalla erbosa.
Si procede sempre Verso N sulla ripida dorsale fin contro la Torre Vitali. Poi la traccia traversa a sinistra, supera un pilastrino, scende leggermente per poi inerpicarsi su un canale gradinato verso destra e per roccette esce al Passo di Boccareccio a 2764m.
Dal passo scendere a destra diagonalmente sulle pietraie (NE) per raggiungere in pochi metri l'Helsegletscher.
Lo si risale verso ENE passando sotto la costiera della Cima Delle Piodelle, evitando qualche crepaccetto. In vista della grande sella glaciale 3032 m, elevandosi sul pendio nevoso e sugli sfasciumi si raggiunge la cresta SE poco prima della vetta.