Pianchette (Cima) per la Val Cavargna

difficoltà: TC / TC   [scala difficoltà]
esposizione prevalente: Varie
quota partenza (m): 249
dislivello salita totale (m): 2187
lunghezza (km): 35

copertura rete mobile
dato non disponibile

contributors: sergio meroni
ultima revisione: 22/08/09

località partenza: Porlezza (Porlezza , CO )

punti appoggio: Porlezza

cartografia: Kompass. n. 91

accesso:
Da Como a Cernobbio, poi ad Argegno e Menaggio, di seguito si va a Porlezza, punto di partenza di questo itinerario. Parcheggiare dietro l’ufficio postale del paese, dove è possibile lasciare l’auto per tutto il tempo necessario a completare questo giro. Parcheggio non a pagamento.

note tecniche:

descrizione itinerario:
Da Porlezza 253, per facilitare la descrizione, si può andare sul lungolago alla piazza principale e da li, prendere la direzione per Menaggio. All’incrocio con semaforo, per la valle D’ Intelvi, deviare a sinistra e si comincia a salire, seguendo le indicazioni per la Val Rezzo. Si sale in direzione di Corrido 451, e arrivati in paese, alla rotonda, nei pressi del municipio, si volta a destra e si prosegue verso Carlazzo.
Da Carlazzo 463, si imbocca la strada per la Val Cavargna, si passa da Cusino 786, e dopo una breve discesa, si ricomincia a salire a S. Bartolomeo 843, si passa il paese e si prosegue verso S. Nazzaro. Giunti a S. Nazzaro 953, all’inizio della discesa per Cavargna, nei pressi delle scuole, si lascia la strada principale e si imbocca alla destra la strada che sale verso Rogolè, fino ad arrivare all’inizio della stradina che sale verso i monti (Via Tecchio). Quota 989. Approssimativamente si sono percorsi 15,5 Km. in ore 1,45.
A questo punto, sempre su stradina asfaltata ma con pendenza molto più accentuata e impegnativa si sale verso il Rifugio Croce di Campo 1732. Attualmente la stradina è in fase di ripristino del manto stradale per l’allungamento del tratto di asfalto.
Dopo questo tratto accidentato, si prosegue ora su sterrato fino al rifugio. Giunti al rifugio si lascia la bike e a piedi si sale alla cima Panchette 2142. Questo tratto di andata e ritorno è facoltativo, ma non difficile e molto semplice. La cima, facilmente raggiungibile, consente di osservare uno splendido panorama su tutta la valle e lo sguardo ora può spaziare fino in alto lago.
Rientro a valle.
Ci sono due possibilità all’inizio del rientro a valle. La più semplice, è quella di rientrare a S. Bartolomeo, lungo lo stesso tracciato della salita. La seconda, (molto più difficile e impegnativa), è quella che è possibile scaricare dal gps, che è la discesa direttamente dal rifugio lungo la dorsale Sud. Dei bollini bianchi, indicano la direzione da tenere, ma nell’eventualità si perdessero di vista, basta restare sul filo della dorsale, per poi arrivare ad una croce sul culmine di un dosso. Tutta questa seconda parte della discesa proposta, è ben visibile, lungo la salita al rifugio. Dalla croce, si scende alle baite sottostanti, per poi continuare la discesa verso S. Bartolomeo, seguendo la stradina asfaltata, oppure scendendo lungo il sentiero nel bosco. Anche in questo caso, la traccia gps vi porta verso questa seconda scelta. Attenzione! Nel bosco, alcune tracce potrebbero portare fuori direzione in quanto pur essendo la discesa molto divertente e abbastanza facile, verso la parte bassa nei pressi delle prime abitazioni, il sentiero, tende ad imboscarsi e diventare meno visibile al passaggio. Sbucati sulla strada, si scende verso il centro di S. Bartolomeo, e arrivati nei pressi della farmacia, quota 843, si fa una inversione di direzione e si scende verso Sora. A Sora, 749, si volta a sinistra e si prosegue la discesa verso il fondo valle, e passare sul ponte Dovia. Breve risalita, fino ad una cappellata, poi di nuovo si scende a Carlazzo. Giunto in paese, si punta alla chiesa e una volta arrivati davanti, si scende lungo la via S. Pietro verso la località omonima e da li si rientra a Porlezza.
Note sul tracciato.
Molto impegnativa la salita, in particolare dal S. Nazzaro al rifugio Croce di Campo.
Facoltativa la salita alla cima, a mio avviso da non tralasciare, specialmente per il bellissimo panorama che poi si può vedere sulla valle di Albano e sull’alto lago.
La discesa descritta dal gps è molto tecnica nella parte superiore e complicata nel bosco prima di S. Bartolomeo, poi tutto è molto facile e divertente fino a Purezza
Rif. Croce di Campo Tel. 0039 0342 614531 Cell. 0039 339 4373186.