Disertore (Parete del) Varie vie - Risistemazione

difficoltà: 6a / 6a obbl
esposizione arrampicata: Nord
quota base arrampicata (m): 1600
sviluppo arrampicata (m): 40
dislivello avvicinamento (m): 100

copertura rete mobile
no operato : 0% di copertura

contributors: MauMau
ultima revisione: 18/08/09

località partenza: Campeggio La Peschiera (Ceresole Reale , TO )

punti appoggio: Ceresole Reale

bibliografia: Rock Paradise

note tecniche:
Risistemazione e apertura di nuovi e vecchi monotiri alla base del Disertore.
Si prega di non mettere spit lungo i tiri aperti e salibili in stile clean. Grazie per la comprensione.

descrizione itinerario:
1 - TI HO PERSO CAVALLINO MA NON TI DIMENTICO, 40m, 6b+
Bonelli - Lanzavecchia 1978
è stato aggiunto un chiodo per rendere indipendente l'attacco, messa una sosta a spit sostituendo quella precedente inaffidabile. Ho buttato giù (che mazzo!) due enormi blocchi pericolanti sul tiro, quelli prima della sosta verranno quanto prima resinati da due ragazzi volenterosi. Ora è un bel tiro ripetibile (interamente da proteggere) che ha ben poco a che fare col 6a+ dato negli anni '80 da Yodaparo. Io darei un seibipiù più politically correct. Alcuni inglesi d'altra parte l'avevano gradato E2 5c, che tradotto è più o meno 6b+

2 - PARIS-TEXAS - 6b
Oviglia-Arneodo- Tealdi 1986
questo bel monotiro aveva una sosta a cordoni inguardabile. Abbiamo messo una sosta a spit nuova alla fine del primo fessurino (e rimosso tutti i cordoni), così che si possa fare solo la parte più bella della via e poi eventualmente scendere. Chi intendesse proseguire sappia che ora la via è in tre tiri

3 - TOTEM BIANCO - 6c+/7a
Bonelli - Persico 1976
è rimasto com'è, cioè un gran bel tiro. Abbiamo messo uno spit alla S0, ovvero dalla base si sale una fessura facile (10 m di IV) sino ad un terrazzino e si fa sosta comodamente assicurati ad uno spit (sicura all'imbrago per il tiro seguente).
Riguardo al grado: liberato da Manolo, fu gradato da Edlinger 7a. Negli anni 80 lo rigradammo 6c, perchè effettivamente se si va decisi in dulfer forse 7a è troppo... Ma se si sale da primi e ci si deve proteggere (qualche movimento ad incastro nella parte iniziale del tetto), forse ci si accorge che Edlinger aveva ragione...
Tuttavia due nut incastrati e fissi in loco alla fine del tetto agevolano la protezione, semplificando le cose. In conclusione un 6c+/7a credo gli stia bene, poi ognuno scelga secondo coscienza :-))

4 - (L'ANTICO MAESTRO) YODAPARO - 6a, 30 m
Maurizio Oviglia 2009
Nuovo monotiro di clean climbing. Si inizia con Ti ho perso Cavallino e poi si lascia il diedro andando a destra su una fessura diagonale molto divertente. Sosta a spit con calata in moulinette. portare friend sino al 2

5 - SIAMO MICA QUI PER DIVERTIRCI! - 6c (6b+ obbl), 25 m
Maurizio Oviglia 2009
bellissimo monotiro (a sinistra del Totem) con retrogusto brit, consigliato da primi solo ad arrampicatori in possesso del livello richiesto. Dalla S0 del Totem Bianco mettere un fried 0,75 BD in un buco e con un passo difficile e obbligatorio raggiungere l'inizio di una bellissima fessura diagonale a sinistra a buchi. Seguirla proteggendosi ottimamente, poi tornare a destra in parete verticale. Proteggersi in un ottimo fessurino con uno 0,2 BD (possibile accoppiare due friend) e con un passo obbligatorio afferrare le buone prese che portano ad una bella lama, che finisce alla S1 del Totem Bianco.
Possibile moulinette. Portare friend sino al 2 BD. utili nut medi.
il primo boulder è possibile partire anche dalla cengia, ma in questo caso se si cade ci si potrebbe anche rompere le caviglie. Meglio affrontarlo in diagonale.
Meglio anche passare una piantina sopra la S0 (o friend ottimo poco sopra) in modo che se venisse via il primo friend (forse) non ci si schianta sulla sosta