Quattro Denti (Cima) anello dalle Grange Buttigliera

difficoltà: E   [scala difficoltà]
esposizione prevalente: Varie
quota partenza (m): 1100
quota vetta/quota massima (m): 2106
dislivello salita totale (m): 1200

copertura rete mobile
tim : 100% di copertura

contributors: lucabelloni
ultima revisione: 23/03/10

località partenza: Grange Buttigliera (Giaglione , TO )

cartografia: Fraternali 1:25000 n.3 Val di Susa Val Cenischia Rocciamelone Val Chisone

bibliografia: In Cima - 77 normali in Valle Susa

note tecniche:
escursione facile in zone poco frequentate. Con le risalite si arriva a circa 1.200 metri di dislivello

descrizione itinerario:
Avvicinamento
Da Susa prendere la statale 25 del Moncenisio. Poco dopo Giaglione, svoltare a sinistra e seguire le indicazioni per la Val Clarea. Arrivati presso le case Grange Buttigliera parcheggiare l’auto.

Salita
Attraversare il torrente e raggiungere la frazione Goranda e le Grange Buttigliera. Proseguire sulla stradina che sale in mezzo alle case e imboccare la mulattiera molto evidente che risale il vallone del Tiraculo (seguire le indicazioni per il Rifugio Vaccarone). La mulattiera è molto bella e sale in modo costante ma piuttosto deciso in mezzo al bosco. A quota 1.400 circa si raggiunge la frazione Tiraculo, poste in una radura con un bellissimo panorama sul fondovalle e quindi proseguire seguendo sempre le indicazioni per il Rif Vaccarone e per i Quattro Denti. Poco dopo essere usciti dal bosco, si raggiungono a quota 1.964 le Grange Valentino, in prossimità delle quali si trova un bivio al quale si prende a sinistra (indicazione Quattro Denti), si attraversa l’ampio vallone guadando un paio di torrenti e si affronta l’aultima rampa che in pochi minuti porta in cima. Alcuni dei denti possono essere saliti con facile arrampicata.

Discesa
Scendere sul versante Sud seguendo la via normale da Ramats. Raggiunte le grange Rigaud scendere lungo la stradina in discesa fino alle casa Alberet (quota 1.245). Appena superate le ultime case si trova un bivio al quale bisogna svoltare a sinistra seguendo le indicazione per la Cappella Bianca, che si raggoinge con una risalita di circa 200 metri di dislivello. Poco prima di arrivare alla chiesetta, scollinare e seguire le indicazioni per la Val Clarea. Dopo una breve salitella si affronta un lungo traverso in discesa, a tratti un po’ esposto, che si ricongiunge all’itinerario di salita poco sopra il punto di partenza.