Gran Paradiso parete E

difficoltà: / 5.2 / E3   [scala difficoltà]
esposizione preval. in discesa: Est
quota partenza (m): 1871
quota vetta/quota massima (m): 4061
dislivello totale (m): 2190

copertura rete mobile
dato non disponibile

contributors: bumbumbormida
ultima revisione: 23/05/10

località partenza: Pravieux (Valsavarenche , AO )

punti appoggio: Rif. Chabod

note tecniche:
Discesa glaciale solare nell’ambiente sontuoso del ghaiccio della Tribolazione. Parete dal difficile accesso (non semplice raggiungere i biavacchi Pol-Grappein sia da Cogne, sia Valsavaranche, sia Orco) specie se il tempo incerto non garantisce una buona visibilità.
In alternativa si può reperire il ghiacciaio attraverso la parete N della sella del Colle di Montandaynè e discesa (e successiva risalita) del canale E (molto caldo e grossa cornice il alto incombente).

descrizione itinerario:
Dal ghiaccio della Tribolazione una volta sotto la parete, superare la terminale (non sempre agevole e spesso molto aperta e alta) e risalire il pendio (rimane sospeso su alcune piccole barre di roccia, esposizione non opprimente ma via via più presente se si scia il lenzuolo sulla dx) fino alla cresta sommitale che si ricongiunge con l’uscita della parete N del Gran Paradiso.
Occhio alla temperatura e all’ora di discesa, la parete un forno ma anche attenzione se non molla.
Gran Paradiso, parete E – 400m, 45° di media con 100-150m a 50° (o molto prossimi) – 5.2 E3 (il 5.1 di “Ripido!” sembra un po’ stretto).
Grande ambiente per una discesa da non sottovalutare per logistica e impegno.