Peso Grande o Castellermo Traversata da Nasino a Conscente per crinale

difficoltà: E   [scala difficoltà]
esposizione prevalente: Varie
quota partenza (m): 316
quota vetta/quota massima (m): 1094
dislivello salita totale (m): 900

copertura rete mobile
tim : 80% di copertura

contributors: Giada
ultima revisione: 02/02/10

località partenza: Borgo (Nasino , SV )

cartografia: Cartina della Comunità Montana Ingauna

note tecniche:
Itinerario svolto in traversata con una prima parte immersa nel bosco e una seconda su crinale aperto con vista mare. Vi è la possibilità volendo di invertire l'itinerario facendolo solo fino al Castellermo e ritorno da Conscente se non si ha la possibilità di mettere due auto per il ritorno.
Lasciare un'auto a Conscente dalla chiesa, con un'altra andare verso Nasino , prima di entrare nel paese prendere il bivio a sinistra che attraversa il fiume, indicazioni per Borgo, posteggio limitato.

descrizione itinerario:
Dall'abitato di Borgo parte il sentiero per la Colla d'Onzo (palina indicatrice)segnavia un cerchio rosso con linea orizzontale. Seguire il sentiero ben segnato fino alla colla d'Onzo (m.841) attraversando un bellissimo e fresco bosco, nell'ultimo pezzetto il sentiero si immette su una strada sterrata
che ci porta fino alla colla d'Onzo. Qui troviamo un incrocio di sterrate, la nostra è quella a sinistra in salita con gli alberi che la bordano ai due lati, in breve si giunge ad un'area pic nic, si lascia la sterrata e si prende sulla sinistra la mulattiera in salita (segnavia triangolo rosso vuoto e x rossa, palina).
Si arriva alla bella chiesetta santuario di San Calogero dove svoltando verso sinistra e passando accanto alla chiesetta si trova un bel prato. In fondo a questo prato sulla destra parte il sentiero per il Castellermo (segnavia x rossa)che ci condurrà fino alle due punte, una con la croce.
Si ritorna alla chiesetta santuario e si prende il sentiero verso sinistra in discesa che con il segnavia del triangolo rosso vuoto ci accompagnerà per quasi tutto l'itinerario.
Il sentiero scende fino ad una bassa tra il Castellermo e il Monte Nero che si raggiunge con una breve salita. Dal M. Nero m.981 inizia la discesa su crinale verso Conscente, siamo sempre a cavallo tra la val Pennavaire a sinistra e la valle Arroscia a destra, da qui con alcuni sali scendi e tratti di sentiero alternati a tratti di traccia si toccano il M. Pendino m.923, il Montenero m.858 e il Croce di Arnasco. Quando il segnavia triangolo rosso prende la strada bisogna abbandonarlo per seguire il crinale su tracce, qui non abbiamo più di segnavia ma non si può sbagliare, basta seguire il crinale (traccia e sentiero). Quando si arriva da una vasca dell'acqua alla nostra destra e si scende sulla strada la si percorre per un tratto fino ad arrivare al Forte di Arnasco subito sotto la Rocca Liverna, qui si ha come segnavia due quadrati rossi pieni. Aggirato il forte sulla destra lo si contorna, si trova una traccia che prosegue sempre verso il crinale, subito sotto il forte bisogna fare attenzione a trovare il segnavia (due x rosse) per scendere il crinale a sinistra verso Conscente. Prima il sentiero è a tornanti, poi li si abbandona per scendere su traccia ripida fin sopra al castello di Conscente (sempre il segnavia due x rosse).
Subito prima del castello quando la traccia si ri immette sul sentiero, bisogna fare attenzione ad un tornante verso sinistra a prendere una traccia che si stacca in discesa a destra, si entra in un boschetto e attraversato il rio si arriva sulla strada asfaltata 100 m. a monte della chiesa di Conscente. (se scendete su una sterrata avete sbagliato e dovete tornare indietro a cercare il bivietto).
Ora non rimane che recuperare l'auto a Borgo.