Rognosa del Sestriere (Punta) da Ponte Terribile per il Versante Sud-Ovest

tipo itinerario: in canalone
difficoltà: BS :: [scala difficoltà]
esposizione preval. in discesa: Sud-Ovest
quota partenza (m): 1642
quota vetta/quota massima (m): 3280
dislivello totale (m): 1638

copertura rete mobile
vodafone : 64% di copertura
tim : 40% di copertura
no operato : 0% di copertura

contributors: mike52 Andrea81
ultima revisione: 11/04/08

località partenza: Ponte Terribile (Sauze di Cesana , TO )

cartografia: Fraternali 1:25000 n.2 Alta Valle di Susa Alta Val Chisone

bibliografia: L.Barbiè, J.C.Campana-Dal Monviso al Moncenisio-ed. Blù-n°31

accesso:
da Cesana (o da Sestriere) si raggiunge Sauze di Cesana, che si supera proseguendo in direzione Sestriere per alcune centinaia di metri fino ad un bivio in discesa sulla destra. Si raggiunge quindi il Ponte Terribile, dove la strada è chiusa nel periodo invernale (a inizio/fine stagione è una sterrata in discrete condizioni, generalmente percorribile con ogni tipo di auto).

note tecniche:
In base alla stagione e all'innevamento, il punto di partenza può variare tra il Ponte Terribile (pieno inverno) fino ad Argentera.
Partenze alternative: da Bessen Bas 1748 o Bessen haut 1962 m.

descrizione itinerario:
Dal Ponte Terribile, all'imbocco della Valle Argentera, si inizia a salire un canalino in direzione est che sale a destra della strada per Sestriere. Poco dopo spostandosi verso sinistra si aprono bei prati e si toccano le case di Bessen Bas, e quindi si arriva a Bessen Haut.
Saliti a monte delle case di Bessen Haut, si prosegue seguendo la strada tra i larici, sempre in leggera salita, fino a raggiungere un vasto vallone con un prato spoglio molto grosso, discendente direttamente dal Monte Sotto Rognosa. Qui si abbandona la strada che si inoltra nella Valle Argentera, e si volge decisamente a sinistra, salendo per i facili pendii con radi alberi e arbusti, piegando progressivamente verso destra in direzione della dorsale Ovest che scende dal Sotto Rognosa. La si può raggiungere da subito superata la fascia di larici, oppure proseguendo al centro della valletta fino ad un pianoro con un masso dipinto di blu (al mattino controsole si vede poco). Da qui proseguire verso destra (sud) e raggiungere la suddetta dorsale.
La si segue fedelmente (qui passa un sentiero estivo) fino a che questa si impenna e giunge in vista del Monte Sotto Rognosa, con a destra ben visibile la Punta della Rognosa: ora due possibilità.
1.scendere nel pianoro sottostante e salire interamente il pendio-canalone che adduce al colle della Rognosa, pendio di 300 m di dislivello continuo e piuttosto ripido.
2. proseguire finchè la dorsale lo consente (fino a circa 2900 m) per poi con un breve traverso verso destra si recupera il centro del pendio-canale e quindi al Colle della Rognosa.
Questo tratto va percorso con neve assestata.
Raggiunto il colle, si prosegue verso destra per un breve tratto pianeggiante, prima di riprendere a salire il la dorsale-pendio conclusivo, con ben visibile la Madonna di vetta.
Tenendosi al centro della dorsale la si risale con percorso a piacere privo di ostacoli, gli ultimi 50 m di dislivello si raddrizzano ulteriormente, fino a guadagnare le roccette sommitali.

Se si parte dal Ponte Terribile, all'inizio della Valle Argentera,

altre annotazioni:
Saliti a monte delle case di Bessen, si prosegue seguendo la strada tra i larici, sempre in leggera salita, fino a raggiungere un vasto vallone con un prato spoglio molto grosso, discendente direttamente dal Monte Sotto Rognosa. Qui si abbandona la strada che si inoltra nella Valle Argentera, e si volge decisamente a sinistra, salendo per i facili pendii con radi alberi e arbusti, piegando progressivamente verso destra in direzione della dorsale Ovest che scende dal Sotto Rognosa. La si può raggiungere da subito superata la fascia di larici, oppure proseguendo al centro della valletta fino ad un pianoro con un masso dipinto di blu (al mattino controsole si vede poco). Da qui proseguire verso destra (sud) e raggiungere la suddetta dorsale.
La si segue fedelmente (qui passa un sentiero estivo) fino a che questa si impenna e giunge in vista del Monte Sotto Rognosa, con a destra ben visibile la Punta della Rognosa: ora due possibilità.
1.scendere nel pianoro sottostante e salire interamente il pendio-canalone che adduce al colle della Rognosa, pendio di 300 m di dislivello continuo e piuttosto ripido.
2. proseguire finchè la dorsale lo consente (fino a circa 2900 m) per poi con un breve traverso verso destra si recupera il centro del pendio-canale e quindi al Colle della Rognosa.
Questo tratto va percorso con neve assestata.
Raggiunto il colle, si prosegue verso destra per un breve tratto pianeggiante, prima di riprendere a salire il la dorsale-pendio conclusivo, con ben visibile la Madonna di vetta.
Tenendosi al centro della dorsale la si risale con percorso a piacere privo di ostacoli, gli ultimi 50 m di dislivello si raddrizzano ulteriormente, fino a guadagnare le roccette sommitali.