Vie di discesa in valle Stura I 5 anelli della Gardetta

difficoltà: OC / OC   [scala difficoltà]
esposizione prevalente: Varie
quota partenza (m): 780
dislivello salita totale (m): 3100
lunghezza (km): 75

copertura rete mobile
dato non disponibile

contributors: pierriccardo
ultima revisione: 03/08/09

località partenza: Demonte (Demonte , CN )

punti appoggio: RIF.GARDETTA, BIVACCO PASSOCROCE

cartografia: IGC. 7 VALLI MAIRA-GRANA-STURA

note tecniche:
Si tratta di 5 anelli con percorso comune in andata, partenza da Demonte, via vallone dell’arma, fino al colle di Valcavera su asfalto, poi con bella sterrata fino al rifugio della Gardetta.
I tempi ed i dislivelli sono riferiti con partenza ed arrivo a Demonte.
Naturalmente si puo’ ridurre di molto la fatica ed il dislivello (togliere 1700 m, 25 km e circa 3.5 ore), mettendo un’auto a Demonte ed una al colle di Valcavera, o piu’ sotto.
Le varianti 1 e 2 sono per BCA ( la 1 tutta in sella, la 2 con 15’ a piedi); le 3-4-5 per OCA( la 3 e la 4 con 25’ a piedi, la 5 con 1h30’ a piedi).

descrizione itinerario:
ANELLO 1—(km75, h 7, disliv.2600,tutto in sella gli OCA)
Raggiunto il rifugio della Gardetta, se volete raggiungete il passo della Gardetta(2437) e poi il passo di rocca Brancia(2620) con un pezzo di sterrata e poi con un sentiero che una volta era una sterrata militare.
E poi tornate sui vostri passi, rifugio della Gardetta, colle della Bandia(2406); subito dopo il passo prendete la sterrata a dx con indicazione “vallone della Madonna, Sambuco”: la sterrata fino ad un anno fa si fermava alle Grange Chiaffrea(2272), ora (anno 2003) e’ stata allungata fino al Gias Mure(1831), che raggiungerete in men che non si dica.
Da qui inizia uno spettacolare sentiero che anch’esso fino ad un anno fa costringeva a scendere per almeno 15’ ed era sassoso e ghiaioso: ora e’ stato restaurato in modo esemplare e non richiede quasi mai di scendere, specie a voi che siete bravissimi. Passerete sull’orlo di una spettacolare gola/canyon strettissima (un paio di metri) ed altissima (credo almeno 100m), farete una foto ed in breve sarete, con una gradevolissima discesa, a Sambuco.(1135). Asfalto (se volete ci sono varianti anche di qui a Demonte), raggiungete Demonte.

ANELLO 2—(km78,h.8, disliv.2600, 15' a piedi)
Raggiunto il rifugio della Gardetta andate a vedere il passo di Rocca Brancia come sopra e poi tornate sui vs passi fino a:--variante “2 a”--: Colle Salsas Blancias(2447: fare un tratto della deviazione sterrata a dx della variante 3) e poi buttatevi giu’ su un sentierino a serpentina che vi fa perdere rapidamente quota e raggiunge il sentiero di traverso che giunge dalla variante –2b--:
variante “2b”: continuate la sterrata verso valcavera fino appena prima del colle della Bandia: prendete la sterrata che scende a gomito, supera le grange della Bandia(2330) e continua: dopo una svolta a gomito a sx pigliate il sentiero a dx che si tiene in quota , raggiunge la fine della serpentina della variante “2 a” e continua sempre in traversone, poi in discesa raggiunge la grange Vallonetto(2189). Qui inizia una recente sterrata che, dapprima tra ripidi pendii, poi tortuosa tra larici, indi per dolci prati raggiunge Moriglione(1414). In mezzo alle case della borgata potete prendere un sentiero che vi porta, tecnicamente, appena sopra Sambuco.
Oppure seguite la sterrata, arrivate a Pietraporzio(1246) e di li’ un po’ come volete, Demonte.

ANELLO 3—(km.86, h.8.5,disliv.2800;25' a piedi)
Raggiunto il rifugio della Gardetta, Rocca Brancia, tornate sui vs passi fino alla deviazione sterrata a dx: colle Salsas Blancias(2447), continuate sulla sterrata, non bellissima, ma nemmeno faticosa, colle del Vallonetto(2510), a dx raggiungete “I Gias”(2249), poi sentiero (una volta sterrata) fino al colle Montagnetta(2190): prendete ora a dx un sentiero a tratti un po’ approssimativo e malissimo conservato(anno 2003), che attraversa e costeggia paurosamente la ripa scoscesa di un torrentello e finalmente raggiunge la variante “4” e insieme raggiungono la statale a monte delle “Barricate”, da cui (attenzione nella galleria, potete passare fuori) giungete, sempre come volete, Demonte.

ANELLO 4—(km.81, h.7.5,disliv.2400; 25' a piedi)
Raggiunto il rifugio della Gardetta, andate al passo della Gardetta e poi al Passo di Rocca Brancia(2620), ma non tornate sui vostri passi, bensi’ buttatevi giu’ di la’ del colle trascurando deviazioni a dx per un sentiero un po’ bello, un po’ bruttino, un po’ brutto, passate accanto al lago Oserot(2308), trascurate deviazioni a dx e a sx e raggiungete anche qui la statale a monte delle Barricate e poi Demonte.

ANELLO 5—(km.95, H 9.5, Disliv.3100; 1h30' a piedi)
Raggiunto il rifugio della Gardetta, continuate fino al Passo della Gardetta e al Passo di Rocca Brancia(2620). Buttatevi giu’ di la’ del colle, ma dopo un tornante prendete il sentiero che devia a dx e poi, alla fine della discesa prendete dinuovo a dx il sentiero che s’inerpica su con tornantini fino al Colle d.Oserot(2640).
Lassu’ godetevi la vista che vi si presenta, riposatevi un po’ perche’ il bello ha da venire:
La discesa e’ un sentiero di cui s’intuisce ancora, ma a fatica, la fiera bellezza di un tempo lontano,
oramai quasi del tutto sfiorita tra gli sfasciumi e le rughe pietrose ed impietose del tempo
che nessuno mai ha fermato, tra le ferite che gli hanno causato le pietre scagliategli in viso
dalle cime invidiose o insolenti che nessuno mai ha curato,pur avendone avuto il mandato,
pur avendone avuto il denaro, chissa’ che cosa avra’ fatto, chissa’ che cosa fara’
col nostro denaro rubato? (L’avra’ speso tutto nel vallone della Madonna!!!!!!)
Praticamente una cosa orribile da fare a piedi e stando attenti! Dopo una mezzoretta (m.2350circa)si riprende a salire, con sentiero leggermente migliore(ignorare deviazioni a dx, tenere sempre la sx), passare il colle Vittorio(2526), sx passo la Croce(2650,nuovo bivacco sempre aperto), Passo Peroni(2664) e poi giu’ in discesa fuoripista un po’ sulla sella un po’ no, fino al primo lago di Roburent(2360); qui prendere il sentiero “P41” a sx che scollina e vi porta, anch’esso nei tratti ripidi molto brutto), ad Argentera(1684). Di qui statale(o altra via, come volete) a Demonte.