Tour Ronde parete N

difficoltà: D-   [scala difficoltà]
esposizione prevalente: Nord
quota partenza (m): 3462
quota vetta (m): 3792
dislivello complessivo (m): 770

copertura rete mobile
wind : 40% di copertura
vodafone : 71% di copertura
tim : 52% di copertura
no operato : 0% di copertura
altri : 73% di copertura

contributors: Conrad
ultima revisione: 23/06/08

località partenza: Punta Helbronner (Chamonix-Mont-Blanc , 74 )

punti appoggio: Rifugio Torino Nuovo m.3375

cartografia: Cartina IGC Monte Bianco 1:50.000 , Cartina IGN Chamonix Massif du Mont Blanc 1:25.000

bibliografia: Monte Bianco vol. 1 CAI-TCI, G.Rébuffat Il Monte Bianco Le 100 più belle ascensioni, Laroche-Lelong

descrizione itinerario:
Da La Palud in funivia al Rifugio Torino. Da qui si va a scavalcare il Col des Flambeaux m.3407 e si scende sulla sx fino a passare sotto il ripido scivolo a nord dell'Aiguille des Toules, a ca. m.3230.
Si continua verso ovest, in direzione del Mont Maudit, risalendo su aperti pendii lievemente inclinati il Glacier du Géant e si giunge sotto la parete, a m.3350, 1h.
Superata la crepaccia terminale, a volte alta e difficile, si risale direttamente tutta la parete. Il pendìo inferiore lo si risale sulla dx, per passare nella strettoia al centro della parete.
Il pendìo superiore pure un po' sulla dx dove di solito la neve è migliore.
Si esce sulla bella e aerea cresta nord-ovest, che si segue fin contro le rocce del bastione sommitale, si scende ora un ventina di metri verso sx un canalino di roccette instabili o misto, quindi si aggira in senso orario il torrione sommitale lungo una gengiva nevosa fino a raggiungere la cresta SE della via normale che si segue fino in vetta, 3-4h dalla base.
La discesa si effettua per la via normale, seguendo dapprima la cresta sud-est e poi il versante est, 1h dalla vetta alla base più 1h10' dalla base al rifugio.