Longet (le) o Tete du Rissace da Ceillac

tipo itinerario: pendii ampi
difficoltà: BS   [scala difficoltà]
esposizione preval. in discesa: Ovest
quota partenza (m): 1692
quota vetta/quota massima (m): 2965
dislivello totale (m): 1273

copertura rete mobile
vodafone : 40% di copertura

contributors: ginger
ultima revisione: 09/10/07

località partenza: Ceillac (Ceillac , 05 )

punti appoggio: gite di Ceillac o Rif.Cime di Melezet

note tecniche:
Una gita molto nota presso i francesi, che la chiamano Longet creandoci confusione per la ben più famosa gita di St.Veran.
Gita varia e con neve bellissima per lunghi periodi.
Disturbata solo marginalmente dalle piste di discesa nella parte bassa. Attenzione alle gonfie del Colle Albert e all'inizio della discesa dalla punta.
Dal prato di Ceillac la si può sbinocolare e al rifugio di Cime du Melezet si può avere informazioni anche da coloro che la percorrono in traversata arrivando dall’Ubaye.

descrizione itinerario:
Dal piazzale degli impianti di Ceillac, dopo avere risalito il fondo valle ancora privo di pistaioli vista l’ora e avere risalito tutto il vallone di Albert in destra idrografica, abbiamo terminato la salita puntando prima verso il colle Albert e poi gradualmente sterzando a sinistra verso la punta, che si raggiunge sci ai piedi.
Siamo scesi invece nel canale nordovest, facendo quindi una piccola traversata intorno all’evidente anticima rocciosa.
Dopo aver sceso pendii spettacolari, si può cercare la farina tenendoci alti nel bosco in sinistra orografica finchè non diventa troppo ripido e si ritorna quindi in destra sul tracciato di salita.
Un genepy al rifugio Cime du Melezet anestetizza l’impatto, sul finire della discesa, coi pistaioli ormai svegli e in piena azione.