Belle Plinier (La) dal vallone Saint Antoine - versante nord

tipo itinerario: attraversa pendii ripidi
difficoltà: OS   [scala difficoltà]
esposizione preval. in discesa: Nord
quota partenza (m): 2000
quota vetta/quota massima (m): 3086
dislivello totale (m): 1086

copertura rete mobile
tim : 60% di copertura

contributors: mountain
ultima revisione: 09/01/10

località partenza: La Norma (Villarodin-Bourget , 73 )

punti appoggio: camere a Modane-Bramans-Termignon

cartografia: IGN. nevache mont thabor n. 240

bibliografia: Olizane. ski de randonnée - Savoie

note tecniche:
In inverno valutare bene le condizioni; in primavera il periodo è il più consigliabile; il versante mantiene a lungo la neve per cui da quota 2.200 è normalmente fattibile anche a giugno.

descrizione itinerario:
Materiali: ramponi
Accesso stradale:In inverno con gli impianti della Norma aperti salire alla stazione di arrivo del Mélezet. Con impianti chiusi, da Modane sulla statale N6 salire superando Villarodin e a circa 300 metri prima del ponte du Nant (in corrispondenza del forte di Aussois) a quota 1.236 imboccare una strada asfaltata (chiusa dal 20 dicembre al 15/20 aprile in quanto utilizzata come pista della stazione di La Norma) che si diparte sulla destra e salire in una pineta fino alla Chapelle S.te Anne m. 1.676, ad un bivio proseguire a destra per La Repose, proseguire e prendere a dx ad un bivio (a sx si va alla fenêtre EDF), si raggiunge una stazione di arrivo di una seggiovia dove l'asfalto cessa; proseguire sulla sterrata che passa a valle dei fabbricati e continuare (neve permettendo) raggiungendo due tornanti e successivamente la stazione di arrivo du Mélezet m. 2.000.
Itinerario salita. Dalla stazione du Mélezet seguire per un centinaio di mt. di dislivello il pistone innevato artificialmente che sale decisamente; in corrispondenza dell'ampio curvone della pista uscire a destra ed attraversare in piano per 200 mt. giungendo alla baracca Le Plan; salire in un breve avvallamento che porta nel vallone del ruisseau St. Antoine; salire al centro del vallone e continuare lungo una evidente dorsale centrale a destra del valloncello che porta al Passage della Belle Plinier (altro itinerario interessante ma meno ripido) che gradualmente aumenta di pendenza (questa dorsale è sicura); a quota 2.700 diventa più ripido (utili i ramponi per 200 mt.) si giunge su un ampio pendio regolare che si supera deviando gradualmente a destra fino a raggiungere la cima.
Discesa per l'itinerario di salita.