Polset (Aiguille de) traversata dei Ghiacciai Gébroulaz - Chavière

tipo itinerario: ghiacciaio
difficoltà: BSA   [scala difficoltà]
esposizione preval. in discesa: Varie
quota partenza (m): 1906
quota vetta/quota massima (m): 3530
dislivello totale (m): 1624

copertura rete mobile
dato non disponibile

ultima revisione: 22/04/09

località partenza: Ref. Orgère/Ponte del Polset (Modane , 73 )

punti appoggio: Rifugi Orgère e Peclet Polset

cartografia: IGN - Les Trois Vallées

accesso:
Modane, Freney, St. André, strada Ref. Orgère.

note tecniche:
Con questo itinerario si evita la noiosa e lunga risalita dal Ref. Peclet Polset al Col Chavière che si deve percorrere con l'itinerario normale (discesa sul ghiacciaio Gébroulaz):

descrizione itinerario:
1° giorno - sia dal ponte del Polset,(nel vallon de Saint Bernard) che dal Ref. Orgère (nel vallon du Povaret) raggiungere il Col de Chaviere e scendere al Ref. Del Peclet Polset m. 2.450;

2° giorno - dal rifugio in falsopiano superare sulla dx il Lac Blanc, salire verso il Col du Soufre e prima di questo deviare a sx e raggiungere il ghiacciaio de Gébroulaz, salire in direzione del Dome du Polset passando tra due crestoni rocciosi; prima di raggiungere il Dome deviare a dx e puntare all'Aiguille de Polset; gli ultimi metri molto ripidi si salgono a piedi; attraversare gli spuntoni della vetta e quindi in arrampicata (o con una eventuale doppia) abbassarsi sulla cresta ovest di una ventina di metri fino ad una spalla, calzare gli sci dirigersi verso il Col de Gébroulaz;
qualora non si volessero togliere gli sci, evitando di salire all'Aiguille, si può continuare la traversata dalla spalla del Dome tenendosi alla base degli speroni nord dell'Aiguille, e risalire un tratto ripido che porta ad una spalla dalla quale in breve falsopiano si giunge al Col Gébroulaz;
dal colle scendere sul pendio ovest (un tratto ripido) sul Glacier de Chavière; con ampio cerchio ruotare gradualmente a sx fino a giungere nei pressi del Col de Thorens (qui giungono gli impianti di Val Thorens); continuare la discesa sempre effettuando una rotazione a sx ;
da quota 3.000 deviare decisamente a sx ed abbassandosi il meno possibile passare al di sopra dei Lacs au Café Lait, puntare al Col Amieux m. 2.842 e raggiungere la cresta che da sul vallone che scende dal Col Chaviere (a seconda del punto di arrivo a volte è necessaria una breve risalita);
scendere in questo vallone e proseguire sull'itinerario percorso il 1° giorno; qualora fosse in buone condizioni "La Fesse" un canale a sud che solca la bastionata sotto ai laghi Café au Lait, da questi si può puntare direttamente all'intaglio e scendere il canale, in tal caso si può solo scendere nel Vallone del Ruisseau du St. Bernard giungendo al Ponte du Polset m. 1.770.