Tamone (Monte) anello delle Prime Alture delle valli Maira, Grana, Stura da Cuneo

difficoltà: MC / MC   [scala difficoltà]
esposizione prevalente: Varie
quota partenza (m): 534
dislivello salita totale (m): 1610
lunghezza (km): 85

copertura rete mobile
vodafone : 80% di copertura
tim : 40% di copertura

contributors: pierriccardo
ultima revisione: 08/10/10

località partenza: Cuneo (Cuneo , CN )

cartografia: IGC N. 24

note tecniche:
E’ un percorso che unisce ne unisce tre, con qualche variante di single-track in discesa inediti e divertenti. Tempo indic. 6 ore.
Da farsi ad inizio primavera o ad autunno inoltrato, quando ancora sono vietati gli alti sentieri degli stambecchi, dai 2000m in su, perche’ ancora (o gia’) troppo nevosi e fangosi.

descrizione itinerario:
Partenza dalla citta’ tra i due fiumi (Cuneo). Valicate il Viadotto Soleri e scendete a sx nell’ alveo dello Stura e seguite l’asfalto direzione dei monti per 1 km;
prendete la prima sterrata a sx e seguitela tenendovi sempre verso il fiume, senza pero’ andarvi dentro. Dovrete a volte attraversare un 100m di prato;
dopo circa 6km, la sterrata vi riporta fuori dall’alveo attraversando 2 canali, diventa asfalto e vi conduce a Vignolo in 2km.
Nel centro del paese, davanti alla chiesa, prendete l’asfaltata a dx in leggera salita fino a S.Michele. Di li’ seguite l’indicazione “Pratogaudino” per ripide erte;
arrivati ad un pilone svoltate a dx per una sterrata in iniziale discesa, passate vicino a 2 case e al bivio seguente andate a sx, giungendo ad “Aranzone” e poi a “Prati Francia” per ameni prati e boschi.
Da questo punto non vi resta che seguire le indicazioni “Diego”, bellissimo percorso dedicato ad un ragazzo di Bernezzo ciclista di mtb scomparso, che vi porta, per bella sterrata, a volte faticosa, fino a scanavasse,le funse(lapide a Diego),verso M.Tamone, che raggiungerete e tornerete indietro 400m fino al bivio a sx e riprenderete la direzione “Diego”
in discesa; la sterrata diviene sentiero, spesso tecnico, ma divertentissimo, fino a Bernezzo;
svoltate a sx sull’asfalto pianeggiante in direzione Vallera e di qui fino a Valgrana, seguite la direzione Montemale e, al secondo bivio tralasciate la destra che sale a Montemale e andate a sx in mezzo a delle case; tenete la sx, tralasciando pero’una sterrata che gira indietro a sx, seguite la sterrata ripida che sale dritto sulla dx orografica della valletta davanti a voi: raggiungete cosi’ Montemale su asfalto per 500m; salite fino al castello, aggiratelo su sentiero e state sul crinale che scende con una sterrata; il crinale si biforca: tenete quello di sx, stando sempre in cresta con sentieri e sterrate, giungete sulla provinciale che collega caraglio a dronero;
attraversatelo fino a maschera s.carlo, dove, a sx, prendete un’asfaltata di campagna “via troietta!!!”, che, evitando il traffico, vi porta, a dronero.
Se volete, andate a prendere un caffe’ al caffe’ teatro nel centro della bella cittadina, poi tornate prima del ponte, dove siete arrivati e salite su asfalto a montemale. E 2!.
Di la’ risalite al castello e al crinale retrostante, pero’ quando il crinale si biforca, prendete a dx stando sempre in cresta, sentieri e sterrate; arrivati un po’ piu’ giu’ la sterrata si bivia: prendete a sx, dove diventa subito un sentiero con indicazioni ”TMB”, che vi porta in pianura, sull’ asfalto ad 1 km da caraglio; prima di entrarvi prendete la direzione Vallera, poi Bernezzo, Cervasca, Vignolo e poi ripigliate la sterrata nell’alveo dello Stura che vi riporta a Cuneo.