Serange (Punta) da Piedicavallo, giro

tipo itinerario: altro
difficoltà: BSA   [scala difficoltà]
esposizione preval. in discesa: Sud-Ovest
quota partenza (m): 1037
quota vetta/quota massima (m): 2334
dislivello totale (m): 1297

copertura rete mobile
tim : 20% di copertura

contributors: marcofoglietti
ultima revisione: 27/04/09

località partenza: Piedicavallo (Piedicavallo , BI )

bibliografia: CAI Biella - Sci Alpinismo nel Biellese n° 22

note tecniche:
Itinerario poco frequentato, in ambiente solitario e magnifico.
La parte mediana dell'itinerario di salita (sotto Alpe Mologna Inf.) può essere pericolosa per valanghe.
Il percorso in traversata offre una discesa molto remunerativa fino all'Alpe Cunetta; peraltro anche la discesa sull'itinerario di salita è interessante. Le parti basse di entrambi i valloni che si dipartono da Piedicavallo sono meglio percorribili quando privi di neve.

descrizione itinerario:
Dal parcheggio posto alla fine del paese di Piedicavallo (parco giochi), individuare fra le case la mulattiera che sale al Rif. Rivetti - Colle Mologna. Seguirla fino a quando si possono calzare gli sci e continuare lungo il vallone (direzione N) fino a quando si incontra l'edificio ormai cadente del Ristoro Olimpia, presso Alpe Anval (1539 m). Senza toccare l'alpeggio deviare a sin. (Ovest) imboccando il vallone che sale al Colle Mologna Piccola; percorrere i primi ripidi canali ed uscirne a sinistra (Sud) risalendo alcune balze fino ad individuare la baita dell'Alpe Mologna Inf. (1884 m). Continuare al centro del vallone, sempre in direzione S fino alla bella conca del Lago Riazzale, ove sorge la Alpe Mologna Sup. (2069 m). Seguire il canale alle spalle della baita e pervenire al Colle Coda di Ionno (2236 m) dal quale si devia a destra per risalire i ripidi pendii che portano in vetta sci ai piedi.
Per la discesa in traversata scendere il bel pendio S della Serange, lasciando a destra il colle, fino alla ampia e ondulata conca; attraversarla completamente in direzione S e risalire brevemente (10 m) alla stretta bocchetta che permette di accedere all'ampio vallone dell'Alpe Cunetta.
Scendere un breve canale ripido per portarsi al centro del vallone che può essere sceso senza percorso obbligato, puntando all'alpeggio (A. Cunetta, 1548 m) molto evidente al piede del vallone. Poco prima di raggiungerlo traversare a destra verso l'ampio dosso che nasconde il vallone della Vecchia (Torr. Cervo) e, con neve abbondante, scendere ancora a destra verso l' Alpe Casette (1410 m) ove ci si raccorda alla mulattiera che in direzione SE scende a Piedicavallo. Più probabilmente alla Alpe Cunette sarà necessario reperire il sentiero (evidente) e scendere a piedi.