Carra Saettiva Unione delle Forze

difficoltà: 6b / 5c obbl
esposizione arrampicata: Sud
quota base arrampicata (m): 1400
sviluppo arrampicata (m): 200

copertura rete mobile
vodafone : 80% di copertura
tim : 0% di copertura
no operato : 0% di copertura

contributors: traky MaurizioDallaChiesa
ultima revisione: 04/07/17

località partenza: Borgata Merlo (Coazze , TO )

bibliografia: valsangone in verticale

note tecniche:
La via si trova sul settore dx del "Roc du Preve" e supera i grandi tetti superiori salendo sull'estremità dx della struttura nella parte alta.

Prestare attenzione su L4 poiché la spittatura nuova termina sotto uno sperone sulla dx e la via, apparentemente, non sembra proseguire oltre.
E' probabilmente questo uno dei motivi per cui non viene mai percorsa sino in cima ed invece, ironia della sorte, poco oltre, sulla destra, inizia la parte più bella...

Una volta giunti alla base dello sperone (sono ancora presenti i due tasselli appartenenti alle vecchia sosta di progressione) spostarsi decisamente a dx percorrendo un tratto di collegamento in salita verso dx in mezzo alla vegetazione inframezzata da piccole placche, diedri e salti di roccia (all'epoca dell'apertura il traverso era quasi completamente libero da vegetazione e la continuità della via era evidente..) .
Su una placca In mezzo alle vegetazione è ancora presente uno spit originale (in buono stato nonostante i 26 anni trascorsi) che sta ad indicare la direzione da tenere durante il trasferimento e proseguendo oltre si giunge su un'ampia terrazza in cui è presente un'ottima sosta (catena Raumer) dalla quale si accede alla parte alta della via (nascosta alla vista) in cui si sviluppano i tiri più belli fra cui appunto il quinto con un'esposizione notevole..

Con la nuova chiodatura, il sesto lungo tiro finale (che nel superare il tetto in cui c'è il passo difficile creava un po di attrito con le corde) è stato spezzato in due tiri posizionando una catena Raumer alcuni metri sopra il tetto eliminando così il problema degli attriti ed i miglioramenti, come sempre, sono ben accetti. Il nro complessivo di tiri è perciò salito a 7 come da descrizione.

N.b.: la valutazione del 5° tiro è stata rivista leggermente verso l'alto poichè all'epoca ci eravamo tenuti obiettivamente troppo stretti rispetto a quelle che sono le valutazioni medie riscontrabili in falesia.

descrizione itinerario:
L1: 4c/5a
L2: 6a
L3: 5
L4: 4+
L5: 6a/b
L6: 5+/6a
L7: 4c

altre annotazioni:
Via attrezzata e salita la prima volta da Maurizio Dalla Chiesa, Renato Poy, Ivo Bronzino nella primavera del 1991.