Mascognaz (Col de) Traversata val d'Ayas-valle del Lys

L'itinerario

tipo itinerario: attraversa pendii ripidi
difficoltà: BS   [scala difficoltà]
esposizione preval. in discesa: Nord-Est
quota partenza (m): 1960
quota vetta/quota massima (m): 2863
dislivello totale (m): 900

copertura rete mobile
dato non disponibile

contributors: mamo
ultima revisione: 26/03/08

località partenza: Crest (Ayas , AO )

punti appoggio: Crest

note tecniche:
Possibilità di salire con gli impianti sino al Sarezza e traversare il fianco meridionale della Testa Grigia sino al pianoro sotto le cascate del Pinter ( tot. 600m. di disl.).
Mappa CTR 1/50.000 con itinerario tracciato fino al colle, allegata

descrizione itinerario:
Dal piano a q. 2300~, si supera il ripido sbarramento che culmina sulla q. 2607, passando o nel canale a Nord o sulla traccia del sentiero estivo (n° 11 a) a Sud della stessa quota, percorrendo eventualmente a piedi i tratti più ripidi.
Da questo punto, su terreno meno ripido, si segue per ca 200 m. la valletta che porta sotto il colle del Pinter .
Traversare verso SW passando di fianco ai laghi gelati ed entrare nell'ultima sezione del vallone dirigendosi verso SE che porta al passo (2h dal pianoro sotto le cascate).
Scendere verso la valle del Lys dirigendosi a SE e tenersi sotto le rocce del Corno Vitello fino agli alpeggi di Loadge inf. 2255 m.(pendii esposti a N).
All'altezza del grande ometto di pietra andare verso NE e scendere i bei pendii sopra Montil sup., passare il torrente ed entrare nel ripido bosco che scende verso Alpenzu piccolo ,ma ca 300m. prima del villaggio prendere il sentiero che scende a Castel 1534m.(molto ripido).
Con autobus a Staffal e da qui con impianti al colle della Bettaforca e discsa a Champoluc.

Da Montil sup. , invece di andare verso Alpenzu Piccolo, si può traversare verso Sud e andare ad Alpenzu Grande. Da qui , bellissima la discesa nel bosco ripido e fitto , seguendo una serie di radure e in fondo , una linea disboscata pochi anni fa.