Vecchio (Monte) da Casini di Corte

difficoltà: BSA   [scala difficoltà]
esposizione preval. in discesa: Nord-Ovest
quota partenza (m): 1150
quota vetta/quota massima (m): 1982
dislivello totale (m): 900

copertura rete mobile
dato non disponibile

contributors: beppepuddu
ultima revisione: 24/01/10

località partenza: Casini di Corte (San Romano , LU )

cartografia: Carta Multigraphic 1:25000 f° 16/18

bibliografia: Fabbri-Montorsi, 2003, Scialpinismo in Appennino, n. 29

descrizione itinerario:
Da Casini di Corte o da Metello di Soraggio si prosegue in auto su strada sterrata fin dove possibile. Giunti al guado su briglie del Rio Aneda si prosegue in leggera salita su larga strada forestale giungendo ad un bivio in prossimità di un nuovo guado dell'Aneda.
Se con sci ai piedi, merita girare a sinistra verso nord seguendo una carrareccia più stretta e lasciarla poco oltre per salire le ampie ma ripide radure delle Valli Calde.
Intersecata la strada forestale, si prosegue a salire uscendo in alto in bosco dove, su un crinalino secondario, si segue un antico tratturo che traversa alcune radure (da dove è possibile salire direttamente il Prato Volta), prosegue ancora in bosco in leggera salita, guada 2 alvei di canali e giunge in un ampio ripiano (detto anfiteatro) chiuso a est dalla dorsale Vecchio, Scaloni e Bocca di Scala e a nord e ovest dal Pratovolta. Senza itinerario obbligato si risalgono gli ampi paginoni del Pratovolta per poi deviare verso destra per raggiungere il crinale a schiena d'asino che in breve porta sci ai piedi in vetta.
Discesa per l'itinerario di salita senza itinerario obbligato fino alle Valli Calde. Per incrementare l'itinerario, il Vecchio si può abbinare alle salite al Prado con bella discesa sui versanti nord est emiliani o a quelle del Cella.
Altra soluzione, in caso di buon innevamento, è quella di scendere dal Vecchio alla prima sella verso il Cella e di lì entrare in un ampio canale sul versante toscano, canale che poi confluisce con quello proveniente direttamente dal Cella orientandosi a sud ovest.
Il canale prosegue a lungo, sinuoso, confluendo sotto quota 1300 nel canale Le Brancie che proviene dalla sella tra Bocca di Scala e Scaloni del Vecchio. Ritornati sul Vecchio, altra soluzione di discesa, se la neve non è ghiacciata, è la ripida pagina nord Ovest diretta dal Vecchio (detta Bagola Rossa) poi per canali, senza itinerario obbligato, fino all'Anfiteatro.