Leissè o Leysser (Punta) da Vetan

tipo itinerario: pendii ampi
difficoltà: MS   [scala difficoltà]
esposizione preval. in discesa: Sud
quota partenza (m): 1765
quota vetta/quota massima (m): 2771
dislivello totale (m): 1000

copertura rete mobile
wind : 69% di copertura
vodafone : 69% di copertura
tim : 43% di copertura
no operato : 0% di copertura
3 : 43% di copertura

contributors: Andrea81 coboldo
ultima revisione: 02/04/18

località partenza: Vetan (Saint-Pierre , AO )

punti appoggio: Hotel Notre Maison, Agriturismo l'Abri - Vetan

cartografia: Mappa CTR 1/50.000 con itinerario tracciato, allegata

bibliografia: Dal Monviso al Sempione, ediz. CDA

accesso:
Da S.Pierre salire a Vetan seguendo le indicazioni.

descrizione itinerario:
Dal parcheggio di fronte all'hotel Notre Maison a Vetan si sale brevemente sulla mulattiera dietro l'hotel, che conduce ad un vasto pianoro appena sopra il bosco.
Da qui si percorre la stradina portandosi alle pendici vere e proprio della Punta Leissè. VAri itinerari possibili. Quello preferibile dopo il primo pianoro sale in una valletta verso sinistra portandosi all'Alpe Pesse (m 2003). Da qui per dossi moderati con radi pini si punta, per vasti pendii, alla dorsale a SO, che offre anche uno scorcio panoramico sul Monte Bianco. La si risale fedelmente senza alcuna difficoltà, si supera un caratteristico roccione rossastro (punto riparato in caso di vento da NO, molto frequente su questo itinerario) fe si raggiunge l'anticima con ometto a ovest della Punta Leissè. Si segue l'ampia cresta sciabile tra le due cime, perdendo poche decine di metri (attenzione solo ad eventuali cornici) e quindi si risale l'ampio crestone finale fino alla grossa croce di vetta.
Oppure è possibile seguire la dorsale Sud-Est, più ripida. In condizioni di neve sicura è possibile anche salire per i pendii centrali, abbastanza ripidi, che portano più direttamente in vetta.
Discesa: con condizioni di neve sicura si può scendere direttamente dalla vetta il bel pendio Sud (ripido).
In alternativa seguire una delle due dorsali dei percorsi di salita.