Angelo Piccolo (Kleine Angelus-Spitze) da Solda

difficoltà: MS   [scala difficoltà]
esposizione preval. in discesa: Sud-Ovest
quota partenza (m): 2350
quota vetta/quota massima (m): 3318
dislivello totale (m): 968

copertura rete mobile
dato non disponibile

contributors: mountain
ultima revisione: 18/09/07

località partenza: Solda (Stelvio , BZ )

punti appoggio: Hotel a Solda

bibliografia: F.Gionco, A.Malusardi. CDA. Dallo Stelvioa S.Candido. N° 12

note tecniche:
CAI-TCI Ortles-Cevedale, itin. n° 334
Accesso stradale a Solda: Bolzano, Merano, Val Venosta fino a Spondigna, Valle dello Stelvio fino a Gomagoi, Valle di Solda.
Dal Solda salire con la seggiovia del Pulpito (Kanzel) aperta di solito fino al 25 aprile.

descrizione itinerario:
Dalla stazione di arrivo Staz. seggiovia Pulpito (Kanzellift) procedere a sx senza salire (itinerario estivo n. 12), attraversare uno skilift ed aggirare tutto il versante ovest della Cima Vertana fino a giungere nel vallone di Zay (Zaytal) in prossimità di un pianoro.
A seconda delle condizioni, salire in traverso il pendio sulla sponda dx or. per giungere nei pressi del Rifugio Serristori (Dusseldorfer Hutte)q. 2.713 (devono essersi scaricate le valanghe dal Dossobello) oppure attraversare il pianoro fino a sotto la bastionata del rifugio e salire a dx il canale che si forma tra la bastionata ed il pendio scendente dalla Cima vertana, per raggiungere un sentiero che a mezza costa verso sx attraversa la parte alta della bastionata e porta al rifugio; entrambi i percorsi sono da intraprendersi solo con condizioni sicure.
Dal Rifugio procedere a NE seguendo il valloncello tra i vari dossi che si susseguono fino a q. 2.900 quindi deviando con ampio giro a dx entrare nella conca della Vedretta dell'Angelo Piccolo, salire direttamente il ghiacciaio a moderata pendenza, superare il canale aperto più ripido fino al Passo di Zay, dal quale tenendosi a dx della cresta, su moderata pendenza si giunge in vetta.
In discesa, dal pianoro sotto il rifugio continuare la discesa sul lato sx, attraversare il pendio nei vari corridoi della pineta fino a giungere ad un curvone della pista che porta alla base di partenza della seggiovia del Pulpito.
Nota: spesso in salita dalla stazione di arrivo del Pulpito, la traccia sale al di sopra dello skilift e con lungo traverso punta direttamente al rifugio Serristori; tale itinerario è da seguire solo con pendii assolutamente sicuri, poichè si incontrano due combe che formano sempre notevoli accumuli alquanto pericolosi.
In caso di impianto chiuso si parte direttamente da Solda, si segue la pista fino al curvone sopra detto dal quale ci si immette nel Vallone di Zay.