Gianna (Colle della) da Pralapia

L'itinerario

difficoltà: MS :: [scala difficoltà]
esposizione preval. in discesa: Nord-Est
quota partenza (m): 1230
quota vetta/quota massima (m): 2558
dislivello totale (m): 1328

copertura rete mobile
no operato : 0% di copertura

contributors: Roby78Rc
ultima revisione: 12/04/08

località partenza: Pralapia (Villar Pellice , TO )

bibliografia: E.Quero. CDA. Valli Pinerolesi. N°11(in parte)

note tecniche:
Lungo la strada provinciale 161, un paio di Km oltre l'abitato di Villar Pellice, svoltare a sinistra seguendo le indicazioni per il rif. Barbara e proseguire lungo la carrozzabile che, costeggiando il torrente Guichard, risale la sinistra orografica della Coumba di Charbounî [Comba dei Carbonieri] fin dove consentito dall'innevamento.
In primavera si giunge tranquillamente in località Chalanche con la macchina.

descrizione itinerario:
Lasciata l'autovettura si prosegue seguendo la carrozzabile che in località Pralappia m 1243 si sposta sul versante destro del vallone.
Poco oltre le baite di Chalanche [Cialancie] m 1425 si abbandona la strada che spianando si riporta sull'altro versante e guadagnando quota fra larici e massi ci si porta verso l'imbocco del vallone che si apre alla notra sinistra ed attraversato il rusccello che scorre nel fondovalle si ritrova la strada che conduce direttamente alla conca dove è situato l'alpeggio della Janna (Gianna) m 1750.
Da qui si prosegue lungo il vallone principale mantenendosi sul versante esposto a nord che permette un più agevole superamento della rampa iniziale che immette su di un ampio pianoro, ove termina la zona boscata, passato il quale si riprende a salire per un ampio pendio pressochè costante nella sua inclinazione,dalle cima del quale si delinea finalmente la linea spartiacque su cui è situato il colle che pur resta celato alla vista da uno sperone roccioso.
Attraversato l'ultimo esile pianoro si affronta la salita terminale che svoltando leggermente a sinistra conduce al colle lasciando spaziare lo sguardo sul maestoso gruppo del "Re di Pietra".
La discesa si effettua per lo stesso percorso della salita, piacevole e divertente fino a Pralappia, di qui la costrizione di scendere su di una strada ne limita la bellezza.


Novità! I preferiti

Aggiungete con un clic sul cuoricino bianco l'itinerario ai vostri preferiti. Li ritroverete tutti nella vostra pagina personale