Mulinet (Dome Blanc du) da l'Ecot per il Vallon del Ruisseau

tipo itinerario: ghiacciaio
difficoltà: BRA   [scala difficoltà]
esposizione: Nord
quota partenza (m): 2027
quota vetta/quota massima (m): 3387
dislivello totale (m): 1360

copertura rete mobile
no operato : 0% di copertura

contributors: pr18
ultima revisione: 01/01/70

località partenza: l'Ecot (Bonneval-sur-Arc , 73 )

punti appoggio: Gite d'Etape a Bonneval e Bessan

cartografia: IGN 3633ET Tignes Val-D'Isere Haute-Maurienne Pn de la Vanoise

accesso:
Valico del Moncenisio (solo a stagione inoltrata maggio-giugno), Bonneval sur Arc, l’Ecot ampio parcheggio

note tecniche:
da effettuarsi in tarda primavera appena apre la strada del valico del Moncenisio al fine di trovare lo scomodo terreno morenico inferiore, i crepacci del Glacier du Mulinet, la crepaccia terminale e il ripido pendio finale ancora ben coperti di neve. Sconsigliate le racchette sul ghiacciaio in caso di poco innevamento. Casco picca e ramponi.
Balcone di prim’ordine sulle tre Levanne, sulla Vanoise e sulla testata della Val Grande di Lanzo (se non c’è nebbia) e limitato a sud dalla vicina Martellot più alta di qualche decina di metri.

descrizione itinerario:
Dal parcheggio di l’Ecot si prosegue sulla strada verso La Duis per abbandonarla a favore di una pista a destra che in piano supera l’Arc su un ponte e raggiunge gli Chalet di Trièves (2059 m). Su sentiero inizialmente pianeggiante, ci si inoltra nel vallone del Ruisseau de la Reculaz sulla destra orografica, per poi piegare a sinistra dove comincia a salire decisamente (qualche ometto) sino ad esaurirsi più in quota nelle lingue nevose che coprono il terreno morenico sottostante la parete sud delle Ouilles des Trièves. Districati al meglio nella zona delle rocce montonate lasciate scoperte dal ritiro del ghiacciaio, si raggiunge il ripiano glaciale dove si prosegue la salita giungendo in corrispondenza del versante sud del Col de Trièves (3060 m ca). Si prosegue sul ghiacciaio costeggiando il costone ONO scendente dal Dome Blanc, puntando all’anfiteatro glaciale racchiuso dalle varie punte del Mulinet (Dome Blanc, Noir e Roc o Cima Martellot). Si risale a sinistra il ripido pendio (max 40°, eventuale crepaccia terminale alla base) sino a sbucare sulla cresta. Si prosegue a destra e con ripida salita sull’esposto versante a sinistra lato Sources de l’Arc (cornici) si raggiunge la calotta del Dome.
Discesa dal percorso di salita.