Taou Blanc o Tout Blanc (Monte) versante SO cresta SE

difficoltà: PD-   [scala difficoltà]
esposizione prevalente: Varie
quota partenza (m): 2512
quota vetta (m): 3438
dislivello complessivo (m): 926

copertura rete mobile
no operato : 0% di copertura

contributors: pr18
ultima revisione: 08/02/15

località partenza: Piani del Nivolet (Ceresole reale , TO )

punti appoggio: Rifugio Chivasso

cartografia: Carta IGC n° 3 Gran Paradiso

note tecniche:
Itinerario non sempre in condizioni, da intraprendere ad inizio stagione quando la strada per il Nivolet sia stata aperta. Il pendio SO deve presentarsi svalangato e in condizioni di neve primaverile, affinché la sua risalita coi ramponi sia più agevole, specialmente nel tratto superiore dove c’è una barra rocciosa da superare per raggiungere la cengia obliqua che porta al colletto. Sconsigliata a secco a causa della natura molto franosa ed instabile del terreno. La cresta SE di roccia scadente, è preferibile trovarla pulita. Consigliato salire presto quando il pendio SO sia ancora in ombra per evitare eventuali scariche di sassi. Itinerario un po’ inedito, riservato ad amatori motivati. Casco picca e ramponi. Dalla cima spettacolare panorama che spazia dalle cime della Val d’Aosta, Isere, Maurienne, Valli di Lanzo e il vicino Gran Paradiso coi suoi satelliti. Discesa dalla via normale.

descrizione itinerario:
Dall'albergo Savoia imboccare la mulattiera che parte da dietro all'albergo; raggiungere l'Alpage Riva e proseguire verso nord sulla dorsale della conca che ospita il lago Rosset. Seguendo il sentiero estivo, giunti nel vallone Leynir, ci si porta alla base del versante SO, risalendolo al meglio fino a giungere in una conca alla base di una barra rocciosa (vedi foto) che la si supera risalendo un ripido canalino sulla sinistra. Con un traverso su rocce montonate o neve si raggiunge la cengia obliqua che esce al colletto. Con un breve traverso risalire un conoide che si esaurisce in un diedro di rocce accatastate un po mobili che portano in cresta. Proseguire un po’ sul filo e un po’ ai lati per aggirare spuntoni vari, facendo attenzione a dove ci si appiglia e appoggia, fino ad uscire sulla piatta cresta e poi le ultime roccette della cima.


Itinerari nei dintorni (Anche altre attività)

Taou Blanc o Tout Blanc (Monte) versante SO cresta SE - (0 km)
Basei (Punta) dai Piani del Nivolet - (0.4 km)
Nivolet (Rocce del) Traversata per cresta Sud - Nord - (0.8 km)
Mare Percia - Punta Fourà traversata cresta Sud-Est - (1 km)
Fourà (Punta) dalla strada del Colle del Nivolet per la Punta Violetta - (1.2 km)
Gran Etret (Testa del) Versante Sud dal Colle della Porta - (1.2 km)
Meyes Occidentale (Cima) dal Colle del Nivolet - (1.2 km)
Galisia (Punta), Punta Basei, Punta Bousson dai Piani del Nivolet, traversata di cresta - (1.3 km)
Percià (Punta) Sud e Nord dal Nivolet per il canale della parete sud-est - (1.3 km)
Taou Blanc o Tout Blanc (Monte) dal Ghiacciaio d’Aouille - (1.4 km)
Vacca (Cima della) Versante Nord - (2 km)
Fourà (Punta) dal Piano del Nivolet - (2.2 km)
Fourà (Punta) dai Piani del Nivolet traversata alla Punta Meridionale di Seiva - (2.2 km)
Grande Aiguille Rousse dal Lago del Serrù per il Colle della Vacca - (2.2 km)
Grande Aiguille Rousse dal Lago del Serrù, parete NE - (2.2 km)
Gros Caval (Pointe du) da Lago del Serrù - (2.3 km)
Carro (Cima del) Via Normale dal Lago Serrù - (2.3 km)
Uja (Punta dell') dal Lago del Serrù per il Colle del Carro - (2.3 km)
Levanna Occidentale dalla diga del Serrù per il Colle del Carro - (2.3 km)
Oin (Cima d') Parete Nord - (2.3 km)
Oin (Cima d') Via Normale dalla Diga del Serrù per il Passo della Vacca - (2.3 km)
Galisia (Punta) - Punta Basei traversata per la Punta Bousson dal Lago del Serrù - (2.3 km)
Vacca (Cima della) dal Lago del Serrù - (2.3 km)
Seiva (Cima Settentrionale di) e Monte Giansana dai Piani del Nivolet - (3.1 km)
Fourà (Punta) da Chiapili di Sopra traversata per la Cuccagna e la Torre - (3.7 km)