Challange/Charoumu (Montagne de) per la Crete de Mome – discesa dal Ravin du Chatelard

tipo itinerario: pendii ampi
difficoltà: BR   [scala difficoltà]
esposizione: Sud-Est
quota partenza (m): 1600
quota vetta/quota massima (m): 2955
dislivello totale (m): 1355

copertura rete mobile
no operato : 0% di copertura

contributors: pr18
ultima revisione: 01/02/15

località partenza: Nevache (Névache , 05 )

cartografia: IGN 3535OT – Névache Mont Thabor

accesso:
Colle del Monginevro, La Vachette, svoltare a destra verso la Val Clarée fino a Nevache (ampio parcheggio)

note tecniche:
Bellissimo percorso che si può intraprendere indifferentemente per la Crete de Mome (BR, eventualmente picca e ramponi in caso di neve dura), oppure evitandola, stando sul fondo del vallone (MR). Offre l'opporunità di scendere dal bellissimo Ravin de Chatelard (400 m 30°), effettuando un interessante giro ad anello.

descrizione itinerario:
si percorre la pista da fondo in direzione del fondovalle e dopo circa un km, poco oltre la Chapelle de S. Benoit, un sentiero inizialmente piuttosto ripido, sale a destra per inoltrarsi verso nord nel lungo vallone del Torrent du Vallon (alcuni tratti esposti a valanghe laterali). Stando sulla destra orografica del vallone, si raggiunge la cappella St. Michel (2123 m) e si prosegue verso i Chalet du Vallon.
Prima di raggiungerli, oltrepassato il Ravin du Conten, si volta a sinistra in direzione del Lac Noir (2391 m), stando alti a sinistra del lago. Ci si alza in direzione O per poi piegare verso S, passando a destra di un laghetto quotato 2501m, puntando all'insellatura de La Colette (2597 m). Usciti al colletto si risale a destra la Crete de Mome fino al suo culmine (2761 m, ometto), ponendo attenzione a qualche tratto esposto e alle eventuali cornici.
Si prosegue in leggera discesa verso il colle quotato 2704 m e si riprende a salire la dorsale puntando alla quota 2911. In breve si raggiunge la cima della Montagne de Challange, dalla quale si gode un panorama spettacolare sugli Ecrins, Monviso, testata della Valle Stretta... (diff. BR)

Nel caso si volesse tralasciare la Crete de Mome, si evita di salire a La Colette proseguendo la salita sul fondo del vallone parallelo, a destra della Crete de Mome, puntando alla quota 2911 m e in breve la cima (diff. MR).

Discesa: dal vallone a sinistra della Crete de Mome (via normale), oppure si può percorrere un interessante giro ad anello, dove possono essere utili picca e ramponi in caso di neve dura: dalla cima si ritorna alla quota 2911 e si continua sulla cresta ESE, si oltrpassa un nodo orografico dove la cresta piega verso ENE. In questi due tratti di cresta, sulla sinistra sono presenti diverse possibilità di discesa nell'ampio anfiteatro del Ravin du Chatelard.
I punti meno ripidi sono posti dopo il nodo orografico. Individuato un punto invitante per calarsi nell'ampio anfiteatro del Ravin du Chatelard rivolto a NE, lo si scende tenendosi man mano a destra fino al suo esaurirsi nel Vallon du Vallon, in prossimità degli Chalets du Vallon. Continuando a tenere la destra orografica del vallone, ci si ricongiunge con la via di salita.