San Paolo (Parete di) Aphrodite

difficoltà: 5c / 5b obbl
esposizione arrampicata: Est
quota base arrampicata (m): 200
sviluppo arrampicata (m): 230

copertura rete mobile
no operato : 0% di copertura

contributors: maivory
ultima revisione: 12/03/10

località partenza: Arco (Arco , TN )

punti appoggio: Arco

bibliografia: www.arrampicata-arco.com

note tecniche:
Bella via, roccia per lo più buona. Il grado della via sfiora un paio di volte il VI, ma comununque la via è abbastanza continua sul V/V+ con una chiodatura che rende obbligatorio quel grado.
I friend a mio parere non servono, forse uno grande per la fessura di incastro di mano del terzo tiro, ma non necessario (ottimo spuntone di roccia due metri sotto).

descrizione itinerario:
Primo tiro bello, non banale montare dentro al diedrino se si è freddi (come noi, temperatura sottozero). C'è uno spit, poi un chiodo buono, poi un chiodo di merda che sarebbe possibile togliere con la mano. Quindi occhio. Poi bel traverso a dx, ben protetto da uno spit. V grado
Secondo tiro corto ma bello, si sta sulla placca di "roccia dorata" a dx del diedro. Il VI grado pare un po' eccessivo per questo tiro, con un solo passo di equilibro verso dx. Magari V+
Terzo tiro anonimo se non per la fessura ad incastro per la mano, V/V+ obbligatorio se non si ha un friend. La protezione è comunque garantita da un ottimo spuntone di roccia 2 metri più in basso.
Quarto tiro: traverso facile a sx su roccia malsicura, occhio! Poi si rimonta un grosso masso e quindi di nuovo a dx sulla vicina sosta. Tiro corto. III+
Quinto tiro: Il primo spit un po' alto, ma non bisogna avere fretta di moschettonare. Seguire la freccia blu. Ottima maniglia sopra lo strapiombetto. Poi bel tiro continuo sul V in placca. Alcune prese sono state resinate. Protezione ottima!
Sesto tiro: tiro chiave della via, se si fa la variante di VI come noi. Entusiasmante arrampicata su placca, abbastanza tecnica e di spalmo di piedi. Partenza un po' problematica da dopo la sosta. Poi attraversare a dx, prima spit, poi ottimo chiodo nuovo. Per questo traversino usare l'appiglio a sx del chiodo, dentro alla fessura stessa del chiodo.
Tiro ben protetto anche se gli spit non sono ravvicinati. Dall'ultimo spit della variante, obliquare decisamente a sx verso la visibile sosta e non (come ho fatto io) proseguire dritti per poi traversare a sx: passo difficile molto lontano dallo spit. Sosta scomoda.
settimo tiro: traversata a sx poi su dritti per il pilastro con cordino sullo spit. V
Ottavo e ultimo tiro: V atletico e ben ammanigliato. Protezioni ottime!

Via bella