Vallonet (Tète du) da Chiappera per il Vallone del Maurin

tipo itinerario: pendii ampi
difficoltà: MR   [scala difficoltà]
esposizione: Sud-Est
quota partenza (m): 1614
quota vetta/quota massima (m): 2822
dislivello totale (m): 1208

copertura rete mobile
vodafone : 40% di copertura
no operato : 0% di copertura

contributors: ste_6962
ultima revisione: 17/02/10

località partenza: Chiappera (Acceglio , CN )

punti appoggio: Rifugio Campo Base di Chiappera

cartografia: Fraternali 1:25000 n.11 Alta Val Varaita, Alta Val Maira

bibliografia: In Cima nelle Alpi Cozie Meridionali - Blu Edizioni

note tecniche:
Salita facile e agevolmente percorribile anche in presenza di molta neve, che si svolge su un vallone ampio e sicuro, senza rischi di valanghe, se non nel primo tratto.
E' una montagna poco nota e poco frequentata, non rientra nel novero delle "classiche" e tranne pochi scialpinisti italiani e qualche francese che la sale da Maljasset...è facile essere soli nel vallone e dover...battere la traccia !
Un itinerario che si svolge in un contesto ambientale selvaggio e suggestivo, al cospetto di grandi montagne, come la vicina Aiguille de Chambeyron, della quale si ha un'ottima visuale sul suo imponente versante Nord.
Dalla cima nelle giornate di bel tempo è possibile ammirare un panorama molto esteso. E' una gita fattibile in giornata, ma c'è anche la possibilità di utilizzare l'ottimo Rifugio Campo Base di Chiappera come punto d'appoggio per questa e altre belle salite nei Valloni Infernetto e Maurin.

descrizione itinerario:
Raggiunta Chiappera m. 1614, si parcheggia l'auto nei pressi del Rifugio Campo Base. Si prosegue inizialmente lungo una stradina che si tiene sulla sinistra del Vallone Maurin su terreno quasi pianeggiante. Si lascia a sinistra la deviazione (cartello indicatore) per il Rifugio Stroppia e si prosegue verso destra in direzione del Vallone Infernetto.
Si sale gradualmente lungo una stradina, trascurando l'imbocco del Vallone Infernetto e passando alla base del costolone che scende dal Monte Pertusà si volge a destra raggiungendo in breve le Grange Collet m. 2006, facilmente identificabili per la presenza di una grossa croce su un dosso nevoso appena sopra le costruzioni citate.
Proseguendo verso sinistra si superano le vicine Grange Rabet e ci si inoltra nell'ondulato Vallone del Maurin che deve essere risalito, tenendosi preferibilmente sulla sinistra. Si tocca il piccolo lago Sagna del Colle a m. 2436 (spesso invisibile perchè sommerso dalla neve e ghiacciato !) e poi si supera una balza ancora verso sinistra, con alcune diagonali o direttamente, secondo le condizioni dell'innevamento.
Superati alcuni dossi, con alcuni saliscendi verso destra si raggiunge infine l'ampia spianata del Colle Maurin m. 2637, posto sullo spartiacque Maira - Ubaye. Dal colle si sale verso sinistra, superando un pendio abbastanza ripido fino a raggiungere l'arrotondato ed ampio crestone Sud-Est, che si segue sul filo, scavalcando prima l'anticima e poi raggiungendo l'ampia vetta, contrassegnata da un semplice paletto in legno.
La vetta della Tete du Vallonet è un belvedere panoramico di prim'ordine, in particolare sul Vallon de Mary e sulle vicine Tete de l'Homme e Aiguille de Chambeyron. (ore 4,00 / 4,30 da Chiappera alla vetta, ma il tempo di salita può essere molto variabile secondo le condizioni dell'innevamento). La discesa si compie lungo lo stesso itinerario.