Alto (Monte) Anello da Cascina Ciar

difficoltà: E   [scala difficoltà]
esposizione prevalente: Sud
quota partenza (m): 830
quota vetta/quota massima (m): 1973
dislivello salita totale (m): 950

copertura rete mobile
dato non disponibile

contributors: francorossigeologo
ultima revisione: 06/04/09

località partenza: Cascina Ciar (Costa Volpino , BG )

punti appoggio: Rifugio Mignolini

cartografia: kompass n.103

accesso:
Da Costa Volpino, sul bordo settentrionale del Lago di Iseo si sale in auto a Ceratello, per poi proseguire su sterrata nel fondo del vallone fino al ristorante a Cascina Ciar, dove si parcheggia.

note tecniche:
Bel belvedere. Nelle vicinanze della vetta si trova il Rifugio Mignolini a cui eventualmente appoggiarsi. Peccato che la zona sia molto frequentata dai motocrossisti che disturbano non poco i silenzi della zona. Il panorama dalla vetta, con tavola di orientamento, è notevole soprattutto perchè siamo a picco sulla Val Camonica la cui parte bassa corre tutta ai nostri piedi. Gli impianti sciistici di Monte Pora sono vicini e la cima è raggiungibile anche in modo più breve dal tale località, ma così si perde la prima parte della gita nel bosco, davvero suggestivo

descrizione itinerario:
Dal parcheggio si prosegue a piedi sulla stradina sterrata, comunque aperta al passaggio di automezzi fuoristrada dei cacciatori o dei valligiani. Si supera il torrente e si entra nel bosco, lasciando a destra la possibile alternativa di salita al rifugio Mignolini, che percorreremo al ritorno. Dopo alcuni strappi e un paio di tornanti la sterrata termina nelle vicinanze di una sorgente e si prosegue su sentiero fino al colletto detto il Forcellino dove giunge il sentiero da Bossico.
Proseguendo a destra in breve si esce dal bosco giungendo in campo aperto alla Malga Ramello dove si gode di un bel panorama sul lago. La salita è ora evidente lungo i numerosi solchi del sentiero eroso dalle piogge e in parte dai motocrossisti, fino al rifugio Mignolini. Sulle ampie praterie dal rifugio si sale al Monte Alto. Per il ritorno si scende direttamente lungo le praterie a SW fino ad una malga con annessa pozza d'acqua; di fianco alla pozza una evdente mulattiera scende agli insediamenti di Pra di Casera, dove i locali arrivano alle seconde case in fuoristrada. Sulla ripida sterrata, in parte con fondo cementato, si scende al bivio del fondovalle lasciato all'andata e in breve si ritorna all'auto.