Cristallo (Monte) Canalone Innerkofler

tipo itinerario: canale
difficoltà: / 5.3 / E3   [scala difficoltà]
esposizione preval. in discesa: Nord
quota partenza (m): 1450
quota vetta/quota massima (m): 3230
dislivello totale (m): 1800

copertura rete mobile
wind : 80% di copertura

contributors: andreastonelli
ultima revisione: 18/03/09

località partenza: Ponte di Marogna (Auronzo di Cadore , BL )

cartografia: Tabacco 03: Cortina d'Ampezzo e Dolomiti Ampezzane

note tecniche:
La via di salita è costituita da un sinuoso canalone (50 - 55° costanti), abbastanza visibile dalla strada che da Carbonin conduce a Misurina, interrotto nella sua metà da una grande cengia nevosa orizzontale e termina a pochi metri dalla vetta principale del Cristallo. Uno stretto camino con passaggi a 70° su ghiaccio e IV. grado conduce sul plateau sommitale.

descrizione itinerario:
Primo tratto comune alla salita per il passo del Cristallo, a tre quarti si abbandona la traccia e si punta al canale tra il Cristallo e il Cristallo di Mezzo (Canalone di mezzo). Si risale il conoide e si arriva ad una biforcazione: il canalone innerkofler sale a sinistra. L'imbocco è stretto tra due alte pareti rocciose e la pendenza si accentua considerevolmente. (50-55° gradi costanti). Si risale il canale per ca. 400 m e giunti al punto dove il canale si allarga si traversa a destra per ca. 50 m. Passaggio delicato! Occhio a non proseguire diritti verso lo stretto camino! Il traverso conduce all'imbocco del secondo tratto del canalone. Risaliro per ca. 200 m. Il canale termina a 100 m dalla vetta e diventa uno stretto camino, che presenta passaggi ghiacciati a 60° e tratti di IV.grado. Discesa su pendenza costante sui 50-55°. Occhio a non cadere nel primo tratto del canale prima del traverso. Infatti tale canale termina con un salto di roccia alto ca. 100 m. Traverso molto delicato sui 60°.Obliquare + in alto possibile per evitare il salto di roccia. La seconda parte del canale é piú stretta e sempre molto ripida. Discesa impegnativa per gli amanti del ripido, per chi ama i canaloni dolomitici le cime poco battute.