Bracco (Monte), Croce di Envie da Barge

tipo itinerario: bosco fitto
difficoltà: MS   [scala difficoltà]
esposizione preval. in discesa: Nord-Ovest
quota partenza (m): 372
quota vetta/quota massima (m): 1307
dislivello totale (m): 935

copertura rete mobile
dato non disponibile

contributors: andre85
ultima revisione: 14/01/09

località partenza: Barge, dai ruderi del castello superiore (Barge , CN )

punti appoggio: Rifugio Mulatero, Ristorante alla località

cartografia: Fraternali 1:25000 n.10 Valle Po Monviso Monte Bracco

note tecniche:
Bella gita senza pretese, rara da fare con gli sci a eccezione di quest'anno dove le abbondanti nevicate e le temperature basse persistenti mantengono il manto nevoso anche a quote basse. Non troppo dislivello ma vi è un certo spostamento dovendo partire dalle ultime propaggini del monte Bracco per arrivare alla sua massima elevazione che si trova nel comune di Envie (CN). Ambiente essenzialmente boschivo, dalle latifoglie (castagno, betulla principalmente) per poi arrivare al piano delle conifere, quindi interessante dal punto di vista naturalistico. Inoltre in prossimità della vetta si apre un panorama magnifico a 360°.

descrizione itinerario:
Da Barge imboccare via Combe (all'incrocio fra Viale Torino e Via S.Martino), seguirla ed arrivare ad un largo spiazzo dove si trova una bella chiesetta e una statua della Madonna. Di qui seguire le indicazioni della palina in legno per ruderi castello sulla propria destra salendo tralasciando quelle per la cappella di S. Pietro Martire. Con un bel sentierino ci si inoltra nel bosco e si sbuca alla base dei ruderi, già ben visibili dal paese. Da qui ignorare una strada che scende e l'altra che sale, e anche un sentiero sulla sinistra che porta alla "grotta di Giotu", per prendere un sentiero abbastanza ripido che rimonta la dorsale della montagna. Percorrendo il sentiero si sbuca al pian San Michele dove si incontrano subito le indicazioni ("Il sentiero di Leonardo") per la località "Il Convento-La Trappa". Ora si sale su di una stradina sterrata, tralasciando la breve digressione per Rocca Sparvera e incontrando sulla destra un pilone votivo un po' a saliscendi si arriva a La Trappa. Da qui con percorso più evidente e seguendo le paline indicanti "la croce" si arriva con percorso panoramico sulla vetta più alta del monte Bracco a 1307 metri.