Palazzo Borghese (Monte) dal fontanile di Pian Perduto

L'itinerario

tipo itinerario: pendii ampi
difficoltà: BS   [scala difficoltà]
esposizione preval. in discesa: Ovest
quota partenza (m): 1345
quota vetta/quota massima (m): 2145
dislivello totale (m): 800

copertura rete mobile
dato non disponibile

ultima revisione: 17/09/09

località partenza: Fontanile di Pian Perduto (Castelsantangelo sul Nera , MC )

cartografia: Carta 1:25000 Parco nazionale dei Sibillini

bibliografia: Filocamo-Di Salvo:

note tecniche:
La zona del monte Porche, Palazzo Borghese e del Monte Argentella, insieme con la valle Santa sono, per lo scialpinismo, le zone più frequentate dei Sibillini. Accessi facili, dislivelli modesti e neve spesso in ottime condizioni fanno queste cime delle mete accessibili e sicure. Si tratta di itinerari tutto sommato abbastanza remunerativi, sia per il panorama, sia per la sciata, mai monotona e banale.

descrizione itinerario:
Descrizione:
dal fontanile si attraversa il piano verso est si raggiunge un altro fontanile e si va poi verso nord per superare la valletta della Portella del Vao.Si raggiunge in piano San Lorenzo che si attraversa verso nord fino alla base del versante Ovest del Palazzo Borghese. Si risale il largo pendio fino alle roccette sommitali che si evitano per un canale sulla dx (circa 30°) o per un pendio meno ripido ancora più a dx (sud) e si arriva così in vetta con gli sci (3h).

La cima può essere raggiunta anche dal monte Argentella scendendo in direzione Nord-Ovest alla larga sella 1979 m tra le due vette e risalendo il pendio Sud di Palazzo Borghese.

Discesa
Dalla vetta del Porche è possibile scendere in varie direzioni. Dritto sotto la cima per il fosso del Brecciaio, sul costone a sinistra del fosso del Brecciaio, per il fosso a sinistra del Brecciaio oppure per la cresta sud puntando alla sella che precede Palazzo Borghese. Dalla sella (2090 m), senza perdere quota, traversare in piano fin oltre la vetta di Palazzo Borghese (2145 m). Iniziare a scendere dove il versante va giù, senza ostacoli, con pendenza uniforme (Il Paginone), fino alla sottostante piana di San Lorenzo. Giunti sul fondo: a) se si ha una macchina a Pian Perduto, continuare superando la Portella del Vao (una breve strettoia, 1.00 ora), quindi per la piana fino alla strada (1350 m, 1.20 ore). b) se l'auto è rimasta al parcheggio di Monte Prata, traversare verso nord-ovest a prendere una valletta (ovest) che in circa mezzora riporta al parcheggio degli impianti.