Hauts (Col des) da Aussois e varianti.

tipo itinerario: attraversa pendii ripidi
difficoltà: BS   [scala difficoltà]
esposizione preval. in discesa: Sud-Ovest
quota partenza (m): 1530
quota vetta/quota massima (m): 2979
dislivello totale (m): 1449

copertura rete mobile
dato non disponibile

contributors: mountain
ultima revisione: 27/12/08

località partenza: Aussois, partenza impianti (Aussois , 73 )

punti appoggio: Gites ad Aussois

cartografia: IGN 1:25.000

note tecniche:
Il Col des Hauts costituisce un punto di incontro tra la cresta sud della Pointe de Bellecote con la crestina intermedia est scendente verso Termignon.
Bellissimo itinerario a volte percorso dalle guide di Aussois che portano i clienti prima con la salita sugli impianti per poi proseguire in traversata con arrivo nei pressi di L’Adroit (strada D83 tra Sollières e Sardières (nella parte bassa è lo stesso itinerario del Col de La Faculta e della Dent Parrachée da SE).
Assolutamente indispensabili condizioni sicure nella stabilità dei pendii.
Ramponi utili e per la traversata (BSA) uno spezzone di cordino.

descrizione itinerario:
Da Aussois, partenza della seggiovia Cotes, seguire il sentiero per gli chalets Choullieres, attraversare la strada per le dighe ed inoltrarsi nel boschetto fino a raggiungere il tornante della stradina di servizio degli impianti (dove scende la pista Cotes).
Dal tornante q. 1.780 inoltrarsi lungo la stradina EDF e seguirla fino al ponticello sul Ruisseu de St. Pierre ed abbandonarla tenendosi a sinistra nel valloncello che porta a Les Balmes; quando a sinistra il boschetto forma una piccola dorsale iniziare a risalirla fino a sbucare in terreno aperto e continuare sui vari dossi entrando man mano nel valloncello che porta al Col des Hauts il cui ultimo pendio diventa man mano sempre più ripido costringendo molto spesso a salirlo a piedi.
Variante di salita: si possono utilizzare gli impianti – tre seggiovie di cui l’ultima La Fournanche (biglietto per una salita montée rando) giungendo fino a quota 2.750 per poi scendere sulla pista nera des Balmes fin nel vallone che porta al Col des Hauts per poi risalirlo.
Discesa: sull’itinerario di salita che nella metà inferiore corrisponde alla pista nera des Balmes non battuta.
Variante di discesa in traversata: seguire brevemente il filo della crestina secondaria est alquanto aerea (meglio senza sci) fino a giungere in vista di uno speroncino proveniente da sinistra; scendere con precauzione a sinistra i primi metri del pendio che precede lo speroncino (eventuale cornice – valutare eventuale accumulo) passare alla base dello speroncino deviando a destra e giungendo su un piccolo ripiano per poi scendere su belle dorsali (valutare bene la più sicura) fino a raggiungere il fondo del vallone di Bonne Nuit; proseguire per questo (alcuni punti un po’ impegnativi nella strettoia) fino ai prati sopra l’Adroit di Sollières.