Lazin (Piata di) da Forzo per il vallone di Umbrias e di Meialet

tipo itinerario: attraversa pendii ripidi
difficoltà: BS   [scala difficoltà]
esposizione preval. in discesa: Nord
quota partenza (m): 1178
quota vetta/quota massima (m): 3108
dislivello totale (m): 1930

copertura rete mobile
dato non disponibile

contributors: marco levetto
ultima revisione: 20/11/08

località partenza: Forzo canavese (Ronco Canavese , TO )

cartografia: IGC 1:50000 Gran Paradiso

note tecniche:
Rude gita scialpinistica che richiede motivazione e allenamento. Valutare bene l'innevamento, che non deve essere troppo abbondante, in quanto la risalita del vallone di Umbrias e dell'alto vallone di Meialet è esposta a possibili valanghe provenienti dai ripidissimi contrafforti rispettivamente della quota 2720 diramantesi dalla cresta est della Piata di Lazin e successivamente della Costa Vargne. Le condizioni migliori dunque potrebbero comportare uno scarso innevamento alle quote più basse. Tenere presente inoltre che il grande pianoro del Vallone di Umbrias va ripercorso nel suo tratto pianeggiante anche al ritorno. Tuttavia la fatica sarà ampiamente ricompensata dalla selvaggia bellezza dei luoghi e dalla totale assenza di affollamento!

descrizione itinerario:
Da Forzo seguire il sentiero n°605 fino alle Grange Vassinetto 2017mt, adiacenti al rio Geri che proviene dal vallone di Ciardonei. Quindi voltare a sinistra e risalire pendii piuttosto ripidi fino ad imboccare il vallone di Umbrias, pervenendo ad un grande pianoro a quota 2231mt (indicate grange e tre piccoli laghetti a tale quota sulla carta IGC). Percorrere detto pianoro al centro, in direzione S, tralasciando i pendii della sua sinistra idrografica che adducono al passo del lago gelato, quindi risalire un tratto ripido, esposto a possibili valanghe provenienti dai contrafforti della quota 2720 a destra e dal monte Colombino a sinistra, mantenendosi piuttosto sulla destra idrografica (più sicuro), e pervenendo ad un altro bel pianoro appartenente all'alto vallone di Meialet, in corrispondenza di un piccolo laghetto (2500mt c.a). Attraversare il lago, volgere in direzione S-SO e rimontare pendii nuovamente ripidi esposti a possibili valanghe provenienti dalla costa Vargne, fino all'ampia Bocchetta delle Mule (2750mt c.a, non quotata nè nominata sulla carta IGM), situata tra la costa Vargne e la cresta est della cima meridionale della Piata di Lazin. A questo punto risalire i pendii delimitati a destra dalla cresta sopracitata, ripidi nella parte finale (30° c.a), giungendo alla cima sud della Piata (3050mt), ed in breve, per un'ampia, elementare distesa, alla cima principale della Piata di Lazin, 3108mt.
Discesa per l'itinerario di salita.