Prati di Sopra (Alpe) da Martassina

difficoltà: E   [scala difficoltà]
esposizione prevalente: Varie
quota partenza (m): 1200
quota vetta/quota massima (m): 1730
dislivello salita totale (m): 530

copertura rete mobile
vodafone : 60% di copertura

contributors: fabrygeo80
ultima revisione: 02/11/08

località partenza: Martassina (Ala di Stura , TO )

note tecniche:
Gita molto bella e poco frequentata, che presenta diverse possibilità di sosta, oppure di con-tinuare la camminata. Nella zona sono stati rilasciati numerosi cervi, in particolare il cervo europeo diverso da quello della Val di Susa che sono dei wapiti americani.
Molto belli gli scorci panoramici sulla valle e sull’Uja di Mondrone il Cervino delle valli di Lanzo.

descrizione itinerario:
L’itinerario parte dal piazzale del santuario di Martassina da cui si imbocca un sentiero che sale a monte della strada passando vicino ad un pilone votivo; si entra nel bosco, si supera un piccolo rio e si inizia a salire tra i faggi con molte svolte seguendo una mulattiera che ha il fondo invaso da uno spesso strato di foglie.
Superato un altro pilone votivo si esce dal bosco poco sotto le case della Vertea (1520 m, 1 ora).
Lasciate a destra le case si continua a salire, rientrando in un boschetto, si prosegue poi in piano fino a superare la fascia di bosco. Si risalgono poi dei bei pendii erbosi, e
con una traccia di sentiero si raggiunge l’Alpe Prati di Sopra.
Il ritorno avviene per la stessa via di salita.
Volendo proseguire si può continuare a salire, su sentiero segnato ma non molto evidente, giungendo all’Alpe Ciavanis (1880 m), l’Alpe Pian Comune (2111 m), il Colle Croset (2390 m) e la Punta Croset (2435 m). (due ore dall’Alpe Prati di Sopra)