Croix de Toulouse Eperon des Salettes

difficoltà: 5b :: 5b obbl ::
esposizione arrampicata: Sud
quota base arrampicata (m): 1450
sviluppo arrampicata (m): 300
dislivello avvicinamento (m): 150

copertura rete mobile
tim : 80% di copertura
no operato : 0% di copertura
altri : 100% di copertura

contributors: silviotos
ultima revisione: 01/10/10

località partenza: Briançon (Briançon , 05 )

cartografia: IGN Briancon 1:25000

bibliografia: Escalade en Briançonnais, Haut Val Durance, Queyras.

accesso:
dal Camp de Mars per sterrata/sentiero raggiungere il Fort des Salettes; da questo prendere il sentiero sul bordo sinistro e seguirlo per 150 m., sino al primo tornante ove si trova di fronte la scritta gialla "Eperon des Salettes (20 min.).

note tecniche:
Sulla guida ''Escalade en Briançonnais, Haut Val Durance, Queyras'' è denominata ''Vent d'est'' e nelle2 lunghezze finali difficoltà 6a e 6b (probab. errore di stampa).
10\11 lunghezze di moderata difficoltà con roccia quasi sempre ottima, ovviamente alcuni blocchi da "saggiare" ed un solo tratto con detriti da ripulire con i passaggi. Molti i traversi e 2 spostamenti. Attrezzatura fix (FFME G.Fiaschi), ma portare cordoni lunghi per soste! Descrizione set.2008/lug.2010

descrizione itinerario:
L1: muro grigio con ottimi gradini, sosta fittone resinato (4b, 20m).
L2: spigolo abbattuto (15 m.), possibile proseguire o fare sosta su spuntone+alberello per evitare tiraggio corde
L3: piegare a dx in leggera discesa su erba/cespugli, passare tra la parete ed uno spuntone e proseguire in traverso orizzontale (3 spit) sino alla base di un altro sperone con sosta su spuntone (cordone - 30m, 50 se saltato S2)
L4: salire obliquando un po a dx, poi traverso deciso a dx, sosta su ballatoio sotto un bel muro giallo (5a).
L5: superarlo prima vs sinistra, poi a dx puntando appena a dx di un pilastro strapiombante, poi verticale su buoni appigli e sosta a dx (5c, 40m).
L6: placca un po vs dx, quindi diritto su buone prese e poi facile fino a sosta 2 fix (4c).
L7: traverso decisamente a dx su cengetta sotto muro agettante (5a) poi verticale buone prese fino sosta a spit (4b).
L8: traverso in leggera discesa a dx (1 spit) poi spostam. nel bosco verso dx fino ad albero sotto un pilasto di roccia bianca (30m).
L9: placca poi camino in spaccata e poi piu facile fino a fare sosta su spuntoni(4b).
L10. traverso 5m dx (1p 5a) poi diritto puntando ad una spaccatura fra due guglie, uscendo su comoda selletta e sosta su massi incastrati (esposto, 4b).
L11: placca, traverso a dx, parete gradinata a dx di un diedro (detriti) fino al terrazzo sommitale con un fix di sosta (4c, 40m).
Uscita: mettersi le scarpe, salire a sinistra aggirando i roccioni per bosco, fino raggiungere le sommità del torrione più alto. Poi scendere ad un colletto con ometto dove ci si ricongiunge con la discesa del "Pilier Gris". Dall'ometto scendere il canale a sinistra (O) che porta all'attacco del Pilier Gris e al sentiero che riconduce al forte.