Lago dell'Oro (Cima del) da Limonetto

difficoltà: EE   [scala difficoltà]
esposizione prevalente: Nord
quota partenza (m): 1290
quota vetta/quota massima (m): 2655
dislivello salita totale (m): 1430

copertura rete mobile
dato non disponibile

contributors: Giada
ultima revisione: 27/09/08

località partenza: Limonetto (Limone Piemonte , CN )

cartografia: IGC 1:50.000 Alpi Marittime e Liguri

note tecniche:
Vetta non segnata e quotata sulla carta IGC ma molto panoramica.

descrizione itinerario:
Dall'ampio posteggio a lato e a monte del centro storico di Limonetto si prende la strada asfaltata in salita (palina indicatrice Lago dell'Oro) e la si segue fino a quando spiana a quota circa 1550m. e si è in vista dei casolari Tetti Virola. Qui la si lascia e si prende a sinistra la carareccia (segnavia gta e palina indicatrice) seguendola fin quasi a Pian Madoro (1700m. circa) quando attraversa un piccolo rio verso sinistra la si lascia e si prosegue su sentiero a destra (segnavia gta) fino ad un ripiano superiore. Qui su un grosso masso ci sono le paline indicatrici e si prende a sinistra per il Lago dell'Oro lasciando a destra la gta per il Passo di Ciotto Mien.
Si segue il ridipo e sfasciumoso sentiero che va a passare al limite superiore di un'ontaneto fino a sbucare sul crinale erboso del monte Ciamoussè. Si segue sempre il sentiero verso destra in salita fin quando si perde in una conca, qui si svolta a destra e per ometti si sale il ripido pendio erboso del Ciamoussè fin quando si trova il sentiero che verso sinistra porta al Passo del Diavolo quota 2400 m. circa. Qui si scende il ripido e franoso canalino e per pietraie e avvallamenti (tacche giallo-rosse) si giunge alla conca con il Lago dell'Oro. Lo si costeggia verso sinistra e per grossi massi prima (tacche rosse) e tratti erbosi e pietrosi poi si giunge a un avvallamento poco sopra. Si lascia a sinistra l'itinerario per la Rocca della Bastera e andando prima al centro e poi verso destra (tacche rosse), dove si trova la nostra meta, si risalgono dei facili gradini rocciosi da mettere un pò le mani qua e là. Giunti ad un piccolo laghetto si lasciano i segni rossi che proseguono diritti direzione Rocca dell'Abisso e due puntine pietrose dritte davanti a noi, e si svolta a destra per un canale erboso, si sale il canale e prima di giungere sul crinale si devia a sinistra per evitare le facili rocce sulla cresta e si sale al meglio per erba e roccette fino alla panoramica vetta dove si ritrovano i segni rossi. Targa quotata e libro di vetta.