Corno Piccolo - 1° Spalla Il ballo della Tarantola

difficoltà: 6b+ / 6a obbl
esposizione arrampicata: Sud
quota base arrampicata (m): 2400
sviluppo arrampicata (m): 180

copertura rete mobile
dato non disponibile

contributors: pardes_18
ultima revisione: 17/09/09

località partenza: Prati di Tivo (Pietracamela , TE )

punti appoggio: Rif. Franchetti

bibliografia: Le guide di ALP, Gran Sasso. 105 itinerari scelti, Vivalda, Torino 2005

note tecniche:
Questo itinerario può essere concatenato con un altro sulla “Seconda Spalla”
Calcare bellissimo, di compattezza e qualità “granitica” in entrambi i casi. Particolare la scelta dei cordini in metallo nelle clessidre naturali. Normale dotazione alpinistica e qualche camma BD

descrizione itinerario:
Ambiente per forza di cose più appartato e tranquillo rispetto alla “Seconda Spalla”, la qualità della roccia non cambia, si conferma, a nostr’avviso, il miglior calcare di montagna d’Italia.

Attacco: Non immediato da essere individuato, a sinistra di una serie di salti neri cercare in alto una grande buco detto “tana della tarantola”.

L1 Protezioni distanti anche se roccia ottima, difficile traverso ascendente prima di giungere in sosta, piedi in aderenza e mani su bordo, questo appena friabile e non molto rassicurante, 6b/A0, 50m:
L2 Alzarsi tenendo il bordo inferiore della “tana” per entrare poi in placca aperta, 5c, 40m;
L3 Bella placca di equilibrio e decisione nei passaggi, ottimi appoggi nei buchi dell’erosione, tenersi sulla destra, 35m;
L4 Successiva placca più adagiata sempre su ottima roccia, 5c, 40m;
L5 …non percorso…

Discesa:
Con un altro tiro su facile terreno si arriverebbe in cima alla “Prima Spalla” dove le relazioni indicano una serie di quattro calate, però si può anche scendere a ritroso in doppia l’itinerario e, dopo aver risalito in direzione della “Seconda Spalla”, prendere il canale Bonacossa in discesa fino al sentiero che conduce alla stazionde della funivia.