Sampeyre (Colle di) da San Damiano di Macra, Strada dei Cannoni

L'itinerario

difficoltà: MC+ :: BC :: S2 :: [scala difficoltà]
esposizione prevalente: Varie
quota partenza (m): 743
quota vetta/quota massima (m): 2284
dislivello salita totale (m): 1800
lunghezza (km): 63

copertura rete mobile
wind : 60% di copertura
vodafone : 60% di copertura
no operato : 0% di copertura

contributors: FUISTEALPISTE
ultima revisione: 09/09/09

località partenza: San Damiano Macra (San Damiano Macra , CN )

punti appoggio: Elva

cartografia: IGC 1:50000 n.7 Valli Maira Grana e Stura

note tecniche:
Giro ad anello completamente ciclabile con prima parte, salita e lungo rientro in fondovalle su asfalto. Notevole per panorama la parte centrale, su sterrato, la strada dei cannoni, risalente a metà del 1700. Si snoda ora sulla valle Maira ora sulla Varaita. Consigliabile nel periodo della massima fioritura, luglio. Da evitare nelle ore centrali della giornata per frequente formazione di nubi provenienti dal fondovalle. Per chi non l'ha mai percorso in bici consiglio di effettuare la seconda parte della discesa su asfalto ma nell'orrido di Elva! Altrimenti su impegnativo ma eccezionale percorso occitano.

descrizione itinerario:
Partenza da San Damiano Macra, piazza con fonte. Dopo qualche centinaio di metri sulla strada principale si svolta a destra, su asfalto con indicazione Pagliero puntando sul Colle del Birrone, 1.700 mt, 13° km. Dalla frazione Chesta, 9° km, la strada ha comodo fondo sterrato.
Dal colle, libro vetta, ci si unisce alla strada dei cannoni, versante Varaita, direzione colle Sampeyre. Nei primi 500mt presenta soprattutto se umido fondo ostico e discreta pendenza, ai bordi floride ortiche. Dopo tratto scorrevole, sabbioso e pressoché pianeggiante, tornanti lunghi il fondo diventa ciottoloso con discreta pendenza, tuttavia il panorama e le praterie fiorite distraggono dallo sforzo. La strada è un aereo mezzacosta sino al Colle di Sampeyre, 2.284 mt, 27° km.
Il Monviso svetta sul biker che domina su un tripudio di vette e praterie, piccola si fa notare la suggestiva Elva. Con un minimo sforzo si può raggiungere il Colle della Bicocca verso il Pelvo, circa 10 km a/r. La prima parte discesa è velocissima, su afalto sino al colle della Cavallina, primi pini, presso ristorante si gira a sinistra, e dopo brevissimo tratto pianeggiante s'imbocca un tranquillo sentiero in forte pendenza che in breve porta alla cappella di S. Giovanni, circolare, 1.870 mt.
Qui si può scegliere di scendere, con attenzione, quasi interamente lungo il sentiero occitano, prendendo a sinistra oppure in direzione opposta raggiunto l'asfalto presso azienda agricola, raggiunta la pittoresca piazza di Elva, breve tratto salita, scendere lungo il vertiginoso orrido interamente su asfalto, occhio alle gallerie, sino ad incontrare la strada provinciale di fondovalle che conduce, spesso con vento contrario, dopo 16 km al punto di partenza.