Costan (Punta) da Malciaussia per il Colle Autaret

L'itinerario

sentiero tipo,n°,segnavia: sentiero 116 per il Colle Autaret, poi traccia su sfasciumi
difficoltà: EE   [scala difficoltà]
esposizione prevalente: Varie
quota partenza (m): 1805
quota vetta/quota massima (m): 3305
dislivello salita totale (m): 1740

copertura rete mobile
wind : 0% di copertura
vodafone : 20% di copertura
tim : 0% di copertura
no operato : 0% di copertura

contributors: ste_6962 emanuele_80
ultima revisione: 16/06/09

località partenza: Malciaussia (Usseglio , TO )

punti appoggio: Rifugio Vulpot 1805 m

cartografia: IGC foglio 103 - Rocciamelone, Ciamarella, Levanne - scala 1:25000

bibliografia: Alpi Graie Meridionali - Guida dei Monti d'Italia CAI-TCI

note tecniche:
Si tratta di una escursione piuttosto lunga, con un saliscendi dopo il Colle di Spiol, vanno considerati quindi 1620 m di dislivello complessivo, richiede pertanto un buon allenamento.
E’ una gita che si può fare da giugno a ottobre (fino a che la strada per Malciaussia non viene chiusa all'altezza di Margone), ad inizio stagione per salire il ripido versante NO dal Colle Autaret alla cima potrebbero essere utili piccozza e ramponi.

descrizione itinerario:
Dal Rifugio Vulpot a Malciaussia, si prosegue fino all’ampio pianoro prativo prima delle case di Pietramorta dove si può parcheggiare l’auto. Si inizia subito a risalire verso destra il ripido versante erboso soprastante (segnavia 116 su un masso all’inizio del sentiero). Il sentiero risale tutto il pendio con una lunga serie di tornanti fino a raggiungere una spalla erbosa sottostante una fascia rocciosa, dove il sentiero piega a sinistra, supera una cascatella e poi volge nuovamente a destra, con un’altra serie di tornanti si raggiunge l’ampia conca erbosa costellata da pietroni, nota come Pian Sulè (2526 m). Dal Pian Sulè, trascurato un bivio sulla destra (deviazione segnalata per la Punta Sulè e la Punta Lera) si scende leggermente a sinistra tra alcuni grandi pietroni e si risale leggermente nella pietraia, dove un sentiero che taglia verso sinistra la pietraia, con percorso a mezzacosta sotto una fascia rocciosa si raggiunge un dosso erboso, e con una leggera discesa verso sinistra si raggiunge l’ampio Colle di Spiol (2600 m). Dal colle, il sentiero volge prima a sinistra e poi a destra, scendendo una ripida china detritica, tra una fascia rocciosa a destra e una gobba erbosa sulla sinistra per quasi 120 m. di dislivello, raggiunto un pianoro erboso, si trascura un sentiero che continua a scendere nel bacino dell’Autaret (è il sentiero che consente di raggiungere il Rifugio Tazzetti, cartello indicatore) e si prosegue salendo a destra tra pendii erbosi e fasce detritiche (sempre ottimamente aiutati dai segnavia bianco-rossi). Raggiunto un bivio, si tralascia un sentiero che sale a destra (indicazioni per il Colle Sulè e il Rifugio Cibrario) e si prosegue a sinistra (cartello indicatore per il Colle Autaret) dove il sentiero supera una costiera rocciosa, tra pietroni e gradoni puntando in direzione della soprastante e ben visibile Punta Costan. Poi il sentiero entra nel valloncello detritico sulla destra, che va risalito, arrivando nei pressi del Lago Occidentale dell’Autaret (2985 m). Qui, tralasciato un altro bivio sulla destra (altra deviazione per il Rifugio Cibrario, cartello indicatore) si prosegue sulla traccia di sentiero (segnavia biancorossi e ometti) che risale una ripida china di pietrame, aggira poi una dorsale e piegando a sinistra in leggera salita si raggiunge l’ampia sella del Colle Autaret (3072 m) con cartello indicatore e croce in legno. Dal colle si sale verso sinistra il versante NO della Punta Costan seguendo una piccola traccia di sentiero (indicata da vari ometti) su pietrame e facili roccette (terreno piuttosto ripido e malagevole) che porta ad una piccola spalla (ometto ben visibile) verso destra. Raggiunta la spalla si riprende a salire verso sinistra sempre su terreno ripido, la traccia supera una china di pietrame e poi raggiunto il crinale si raggiunge facilmente l’ampia cima per rocce facili e più solide. La vetta è indicata da un semplice ometto di pietre.
In discesa si segue integralmente lo stesso percorso di salita.

altre annotazioni:
I primi salitori noti di questa montagna furono L. Cibrario e B. Re Fiorentin proprio da Malciaussià per il Colle Autaret.


Itinerari nei dintorni (Anche altre attività)

Costan (Punta) da Malciaussia per il Colle Autaret - (0 km)
Sulè (Punta) dal Lago di Malciaussia - (0 km)
Fenera (Costa) da Malciaussia, anello per i Colli delle Coupe e Croce di Ferro - (0 km)
Tazzetti Ernesto (Rifugio) da Malciaussia - (0 km)
Palon (Monte) da Malciaussia per il Colle della Croce di Ferro - (0 km)
Sulè (Colle) da Malciaussia al Rifugio Cibrario, anello - (0 km)
Sulè (Colle) traversata dal Malciaussia per il Rifugio Tazzetti al Bivacco San Camillo - (0.1 km)
Sulà (Testa) da Malciaussia, anello dal Colle Sulè al Colle Sulà - (0.1 km)
Pietramorta (Punta di) da Malciaussia, anello per Piano dei Sulè, Col di Spiol, Vallone delle Cavalle - (0.1 km)
Grand'Uja da Malciaussia per il Colle delle Coupe - (0.1 km)
Fenera (Costa) da Malciaussia per il Colle delle Coupe - (0.1 km)
Nero (Lago) da Malciaussia - (0.2 km)
Muret (i) da Malciaussia - (0.3 km)
Turlo (Laghetti del) da Malciaussia - (0.5 km)
Palon (Monte) dall'Alpe le Combe per il Colle della Croce di Ferro - (3.1 km)
Malciaussia (Lago di) da Margone per il Traciolin - (3.5 km)
Grand'Uja dall'Alpe le Combe, via diretta del Versante Sud - (3.5 km)
Fenera (Costa) da Alpe le Combe, anello per il Colle delle Coupe e Colle della Croce di Ferro - (3.5 km)
Nonna (Punta) da Alpe le Combe per il versante Sud - (3.5 km)
Malciaussia (Lago di) da Margone - (3.6 km)
Bassa (Monte) da Margone per il Sentiero Italia - (3.6 km)
Falin (Lago) da Margone, anello - (3.6 km)
Altare (colle) da Margone - (3.7 km)
Grand'Uja dall'Alpe le Combe - (4 km)
Crestas (Monte) da Perinera - (4.7 km)